La moglie, il marito tradito e il parcheggiatore abusivo, è stata chiesta la perizia psichiatrica

27 Novembre 2019 - 19:17

ORTA DI ATELLA (red.cro.) – I giudici del tribunale di Napoli Nord hanno richiesto la perizia psichiatrica per la donna di Orta di Atella, accusata di calunnia e tentata estorsione nei confronti del suo amante, un parcheggiatore abusivo 43enne di Aversa. I fatti sono datati nel 2015.

La signora e il parcheggiatore hanno trascorso in un hotel di Parete, pagato da lei. Tornata a casa, per giustificare la mancanza dei 100 euro per la stanza, aveva riferito al compagno di aver subito una rapina. credendole, l’uomo l’aveva accompagnata carabinieri, per denunciare il suo amante, addirittura arrestato. Il 43enne, però, raccontò tutto al giudice che decise per la scarcerazione.

Secondo

l’accusa, proprio mentre si trovava in caserma per firmare, ricevette una telefonata dalla coppia che pretese soldi in cambio del ritiro della denuncia. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna a 7 anni per la donna mentre 4 anni è stata la richiesta per il compagno.