Ad Script

L’ha uccisa strangolandola. Immacolata Stabile aveva denunciato il marito ma poi…

23 Luglio 2018 - 16:38

SAN MARCELLINO – E’ un copione scritto, purtroppo, già tante volte quello che si sta ricostruendo in queste ore sulla tragedia familiare consumatasi stanotte a San Marcellino, dove Antonio Topa, carpentiere di 51 anni, ha strangolato la moglie Immacolata Stabile, 48 anni e poi si è suicidato. 

La donna aveva presentato, circa un anno fa, una denuncia perche’ viveva disagi familiari. E’ quanto emerso da fonti della Procura di Napoli Nord. La denuncia però era stata subito ritirata ed Immacolata era ritornata con il marito. Insomma, una storia simile a tante altre, di drammi che si consumano tra le mura domestiche.

Le salme dei due sono state rimosse dall’appartamento dove erano state ritrovate dai due figli della coppia. La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha disposto l’autopsia sui due cadaveri. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Aversa.