CAPUA. Oggi la Notte Nazionale del Liceo Classico al Liceo “L. Garofano”

CAPUA (eliana diana) – La modernità del Liceo Classico, la valenza che l’istruzione classica riveste nella formazione dei giovani, l’entusiasmo che accomuna alunni e docenti sono tutti valori che si ritrovano nella Notte Nazionale del Liceo Classico, che il liceo “L. Garofano” di Capua, guidato dal Dirigente Scolastico Giovanni Di Cicco, mette in scena venerdì 11 gennaio contemporaneamente con 433 Licei italiani.

La Notte Nazionale del Liceo Classico, nata cinque anni fa dall’idea del professore Rocco Schembra del Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, si svolgerà a partire dalle 18.00.

Al suono dei “TAMBURELLI”, insieme a tanti “khrotalos” , cioè dei cembali, agitati dai ragazzi delle scuole medie, coordinati dalle prof.sse Roberta Albanesi e Daniela Aufieri, sfileranno figuranti “Neapolitani”: guerrieri in armatura e lance; atleti con torce accese; danzatrici; “vestali” con fasci di grano, tutti a fare da corona ad una incantatrice, la “Sirena Parthenope”.

Il corteo storico riporterà  il suo pubblico nel V secolo a.C. per rivivere “quanno nascette Napule” con il ritorno dell’antica corsa simbolica con le fiaccole: “La Lampadoforia”, una gara a squadre a staffetta che, fino all’epoca del Vicereame Spagnolo, si perpetuò nel tempo con 4 squadre di atleti a rappresentare le quattro principali etnie che fondarono la Città: Cumani, Siracusani, Ateniesi e Calcidesi.

Questa prima parte, dedicata a Napoli, si concluderà con la canzone di Pino Daniele “Napulè” cantata da Nicolò Tadd

Per l’occasione il liceo artistico di S. Maria Capua Vetere ha fornito al Liceo “L. Garofano” la riproduzione della prua di una nave decorata con una sirena.

La prof.ssa Irene De Nuccio ha curato la recitazione della poesia “Itaca” di Kavafis in greco moderno.

Si esibiranno, inoltre, le allieve della ASD ASI  Polisportiva Bellona- Ginnastica ritmica, dirette dalla coreografa Mariarosaria Romano e si assisterà, alla recitazione del brano “L’isola” tratto da “I dialoghi con Leucò” di Cesare Pavese da parte di Carmela Napolitano e Enrico Petrella, a cura della prof.ssa Stefania Carotenuto.

Infine, non mancheranno degustazioni di pietanze tipiche greche, romane e contemporanee a cura della prof.ssa Marianna Leuci.

Protagonisti assoluti della serata saranno gli studenti con il loro entusiasmo, la loro partecipazione attiva e la loro creatività.