CASAGIOVE. Corsale “licenzia” la Nova Ecology, figlia di Termotetti. Ma rimarrà in servizio fino…

CASAGIOVE – Finisce la storia tra Casagiove e la Nova Ecology, fu Termotetti, Il Comune ha revocato il contratto d’appalto per la raccolta dei rifiuti per la mancata iscrizione nella “White List” della Prefettura di Caserta.

La Termotetti, nel settembre 2016, finì al centro dell’indagine per tangenti e appalti pilotati nel settore dei rifiuti che portò in carcere gli allora sindaci di Piedimonte, Enzo Cappello, e di Alvignano Angelo Di Costanzo,  presidente anche della Provincia di Caserta, il patron dell’azienda Luigi Imperadore e il direttore operativo Francesco Raucci; tutti sono oggi liberi.

Una decisione che ha arriva dopo diversi mesi dalla mancata iscrizione ma che non sarà ancora efficace perché, come si legge nel documento del comune di Casagiove: “l’effettiva interruzione del servizio in argomento dovrà essere disposta allorquando l’amministrazione comunicherà alla ditta Nova Ecology srl (già Termotetti sas) della sostituzione con altra Impresa nell’espletamento dello stesso servizio, sostituzione che avverrà in ottemperanza al disposto di cui ai comma 1 e 2 dell’articolo 110 del D.lgs. N. 50/2016 e s.m.i., ricorrendone i presupposti legittimanti la procedura“.