MARCIANISE. Si chiude dopo anni la storia del duplice omicidio Menditti-Latino: ergastolo, 30 e 20 anni irrevocabili per…

MARCIANISE – Dopo molti anni si è chiuso definitivamente il processo per gli omicidi di Alessandro Menditti e Ferdinando Latino, maturati nell’ambito della sanguinosissima faida tra i gruppi camorristici marcianisani dei Belforte-Mazzacane e i Piccolo-Quaqquarone.

La prima sezione della Cassazione ha rigettato i ricorsi degli imputati Luigi Di Domenico (detto Giggino e’ Sant’Antimo), Michelangelo Amato e Camillo Antonio Bellopede, condannati in primo e in secondo grado Amato a 20 anni di reclusione, Di Domenico a 30 anni e Bellopede all’ergastolo.

Dunque, queste pene diventano definitive.

Latino era cugino di Salvatore Letizia, ritornato qualche tempo fa in cima alle cronache criminali per un duplice omicidio per il quale è detenuto attualmente in Albania.