Ad Script

Nota agenzia di pratiche auto chiusa per 6 mesi dalla Provincia. Ma il Tar sospende l’atto e la riapre. ECCO LE RAGIONI

28 Novembre 2023 - 19:26

Accolto il ricorso degli avvocati Antonio Nunziante e Mariano Omarto dall’Ottava sezione del Tribunale amministrativo della Campania.

MARCIANISE. Lo scorso 19 ottobre l’amministrazione provinciale di Caserta, dopo l’acquisizione della documentazione dell’ufficio della Motorizzazione civile di Caserta, ha provveduto a comminare la sospensione, per 6 mesi, dall’attività professionale dell’Agenzia di pratiche auto Nise di Rosanna De Turris, localizzata a Marcianise, alla via Merola.

Secondo la Provincia, quest’agenzia avrebbe ravvisato inadempienze nella presentazione della pratica di trascrizione
dell’atto di vendita e duplicato della carta di circolazione presentata alla Motorizzazione.

Contestualmente al provvedimento, la Provincia ha anche inviato gli atti all’autorità giudiziaria.

L’applicazione della sanzione ha incrociato la misura massima possibile. E questo si è rivelato una sorta di autogol, dal momento che gli avvocati dell’Agenzia Nise, Antonio Nunziante e Mariano Omarto, ne hanno fatto contenuto principale del loro ricorso urgente al Tar della Campania, finalizzato a ottenere un provvedimento cautelare di sospensione del provvedimento dell’amministrazione provinciale.

In sostanza, i legali hanno evidenziato che, oltre a non esserci alcuna definizione delle responsabilità, sia dal punto di vista penale che dal punto di vista amministrativo, l’agenzia di pratiche auto non è gravata da alcuna recidiva. Per cui, ammesso e per nulla concesso che la De Turris abbia effettuato un atto non corretto, è del tutto ingiustificata l’adozione della sanzione massima.

La legittimazione alla richiesta di sospensiva, è del tutto giustificata dato che, dal provvedimento dell’amministrazione provinciale deriva un grave e irreparabile pregiudizio, un vero e proprio danno causato in tutta evidenza dalla sospensione per 6 mesi delle attività dell’agenzia.

Alla luce di tutti questi elementi presentati dalla difesa, l’ottava sezione del Tar della Campania, accogliendo il ricorso, ha ordinato la sospensione immediata dall’effIcacia del provvedimento della Provincia.

L’agenzia può rimanere aperta in attesa del giudizio di merito, fissato, in sede di decisione cautelare, per il prossimo 20 giugno 2024.