<

AVERSA si trasforma in set cinematografico. Al via le riprese del docu-film su Domenico Cimarosa

15 Luglio 2020 - 10:35

AVERSA – Sono iniziate ad Aversa le riprese del docufilm incentrato sulla vita di Domenico Cimarosa, il genio dell’Opera Buffa nato proprio nella citta’ normanna. La pellicola e’ interamente scritta e diretta da Raffaele Letizia, regista aversano vincitore di diversi premi, tra cui l’On Air Festival di Sorrento. Letizia, dopo aver conquistato il podio della kermesse internazionale con “La nube nera”, ha deciso di cimentarsi in questa nuova avventura cinematografica narrando l’intensa vita di uno dei piu’ importanti compositori del classicismo, ammirato in tutto il mondo.

“Ho deciso di raccontare ancora una volta la mia Terra, dando spazio alla sua storia e alle sue eccellenze” ha dichiarato il film-maker. “Le riprese dureranno alcuni mesi e si svolgeranno in diverse location. Non mancheranno scene alla Reggia di Carditello. Durante questo periodo – ha sottolineato – alcune personalita’ campane sensibili alle tematiche culturali hanno espresso gratitudine per il servizio che ho deciso di rendere alla mia citta’ in modo del tutto gratuito. A manifestare un vivo interesse anche l’architetto aversano Orlando de Cristofaro, che ha dichiarato di voler contribuire alla buona riuscita dell’iniziativa con un supporto tecnico conoscitivo della storia di Cimarosa e con il coinvolgimento di altre personalita’ della societa’ civile, che hanno a cuore la buona riuscita del docufilm”.

Al fianco di Letizia ci saranno Renato D’Auria (aiuto regista), Nicola Liscio (direttore della fotografia), Titti Spano (assistente alla sceneggiatura nonche’ voce narrante). Nel cast Agnese Crispino, Enzo Fiorillo, Oreste Monteforte, Luisa Taranto (nipote di Nino Taranto). A vestire i panni di Domenico Cimarosa, Gennaro Cocorullo, attore, produttore e Presidente dell’Associazione Culturale di Rievocazione Storica “Antiqua Tempora Aps” e membro dell’Associazione Archibugieri Trombonieri. Fondamentale anche la partecipazione dell’Associazione Granatieri Primo Reggimento, fondata da Mirko Speranza, Marco Mauriello e Nicola Monacella.