CAMORRA & LOCULI. In due possono uscire dal carcere. Ma il gestore del cimitero va ai domiciliari. NOMI E DETTAGLI

25 Gennaio 2023 - 08:23

Così ha deciso il tribunale di Napoli in sede di Riesame delle misure cautelari

SANTA MARIA A VICO – Arrivano alcune novità rilevanti sull’inchiesta riguardante il mercato criminale dei loculi cimiteriali di Santa Maria a Vico.

L’inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, aveva portato il 12 gennaio scorso all’arresto di sei persone, tra cui il vicepresidente della provincia e consigliere comunale di Santa Maria a Vico, Pasquale Crisci.

Nella giornata di ieri, martedì, hanno lasciato il carcere di Secondigliano Giuseppe Pascarella, detto A livella, colui che gestiva i servizi cimiteriali a Santa Maria a Vico, e Carmine Liparulo, a seguito della decisione del tribunale

di Napoli in sede di Riesame delle misure cautelari.

Per entrambi, quindi, una scarcerazione. Giuseppe Pascarella, però, sarà ristretto agli arresti domiciliari, mentre Liparulo è libero, senza nessuna misura afflittiva sostitutiva del carcere.