Giovanissimi pusher al servizio del cognato del boss: torna libera 23enne

25 Gennaio 2023 - 10:58

Il tribunale in sede di Riesame ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari

SESSA AURUNCA – È stata liberata dagli arresti domiciliari Giada Di Toro, 23 anni, ritenuta facente parte del gruppo dedito allo spaccio di droga tra Sessa Aurunca e Mondragone, guidato da Ernesto Simeone, 35 anni, cognato di Gaetano Di Lorenzo, nome eccellente del clan di Muzzoni.

Il giudice del tribunale del Riesame ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari per la 23enne.

L’OPERAZIONE

Di Toro era stata attestata lo scorso 11 gennaio nel blitz compiuto dei carabinieri, coordinati dalla direzione distrettuale di mafia, nei confronti di otto persone, cinque in carcere e tre ai domiciliari.

Il

provvedimento cautelare costituisce l’epilogo di una complessa e intensa attività investigativa avviata nel giugno 2020 dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.