Ad Script

LE FOTO. Emergenza furti in città: depredata l’auto del consigliere comunale Napoletano

12 Febbraio 2024 - 17:22

Interrogazione dell’esponente di Fratelli d’Italia sul numero delle telecamere installate nel capoluogo.

CASERTA. La necessità di sicurezza dovuta i continui furti e la consapevolezza che questa amministrazione poco o nulla farà per correre ai ripari, pervade i residenti del capoluogo. Auto rubate, depredate, razziate di tutto ciò che gli incauti proprietari lasciano inavvertitamente nell’abitacolo. Capita a tutti e succede, anche, al consigliere comunale di Caserta, Pasquale Napoletano.

La sua auto, a dire il vero, è stata saccheggiata in via Gianfrotta, a San Prisco, due giorni fa e le foto che pubblichiamo si riferiscono proprio alla vettura dell’esponente di Fratelli d’Italia. Ma l’emergenza furti esiste a San Prisco ed, ancor più a Caserta e nelle sue frazioni. Proprio a San Leucio, borgo in cui vive Napoletano, i furti di auto e nelle auto sono continui. Così come nel resto della città: ultimo colpo quello denunciato oggi da una ragazza che, da tempo residente a Roma, era tornata in città per pochi giorni. La giovane ha incautamente lasciato le valigie nell’auto, mentre andava a pranzo in un ristorante del capoluogo e al suo ritorno non le ha più trovate.

Il consigliere Napoletano, intanto, chiede al sindaco Carlo Marino di conoscere con urgenza dal sindaco quante siano le telecamere installate negli ultimi 10 anni in città e attraverso quali finanziamenti siano state installate, quali e quante di queste siano effettivamente funzionanti, se sia funzionante e collegato alle forze di polizia e dell’ordine il centro di controllo a suo tempo installato nella sede del comando di polizia municipale, come nel dettaglio avvenga il controllo e il monitoraggio della sicurezza cittadina attraverso questo sistema”.