LE FOTO. SCUOLE A CASERTA. Non solo De Amicis, degrado e fatiscenza dal centro alle frazioni. Ecco a voi la scuola di San Clemente

1 Ottobre 2022 - 13:03

Nel giorno delle elezioni è anche caduta una vetrata: il giorno dopo la passerella di dirigenti e tecnici del Comune, ma la situazione non è cambiata. I genitori dei piccoli alunni pronti alla rivolta.

CASERTA Stamattina sono state le mamme degli alunni della De Amicis a scendere in piazza Vanvitelli per protestare contro i perenni disagi vissuti dagli studenti del plesso di corso Giannone. Nella sua nota, la presidente del consiglio d’istituto (clikka e leggi) ha accusato il sindaco Carlo Marino di assoluta negligenza e disattenzione nei confronti dell’intera utenza scolastica. E chissà se stamattina il primo cittadino “colpevole” riceverà qualcuna di loro e ascolterà le loro richieste. Richieste che sono poi le stesse che provengono dai genitori di un’altra scuola casertana, quella elementare e materna di San Clemente (Istituto comprensivo Vanvitelli) dove, nel giorno delle elezioni è anche caduta una vetrata che, fortunatamente, non ha fatto danni a persone.

Intanto

però, anche a San Clemente i disagi restano. Alcuni genitori ci fanno notare che mercoledì (giornata in cui i bimbi sono tornati a scuola dopo le elezioni), c’è stata la solita passerella di consiglieri comunali, dirigenti e tecnici del Comune di Caserta che però, finora, non hanno mosso un dito. Se entro lunedì le cose non cambieranno, sono pronti, anch’essi, alla rivolta contro l’amministrazione comunale che non garantisce il diritto allo studio dei loro figli.

Beh, diciamo che il primo cittadino, responsabile della salute pubblica dei casertani, preferisce chiuderle le scuole quando c’è un po’ di maltempo, piuttosto che intervenire sugli immobili. Fatto sta che le foto che ci inviano da San Clemente la dicono lunga sul degrado e la fatiscenza di una scuola davvero malconcia.

Intanto, proprio sul caso scuole il consigliere d’opposizione Maurizio Del Rosso ha protocollato un’interrogazione consiliare con la richiesta al consiglio comunale, al sindaco e alla giunta di stilare un programma annuale per gli interventi di riqualificazione integrale degli edifici scolastici, “così da garantire sempre il servizio ed evitare continui disagi all’utenza”.

E’ una domanda d’impegno ufficiale quella che Del Rosso, da tempo ormai impegnato sul fronte dell’organizzazione scolastica del territorio, porge all’Amministrazione comunale chiedendo una presa di responsabilità in merito.

Da anni e da più fronti sono pervenute segnalazioni circa l’esistenza di criticità insite nei diversi Istituti Scolastici presenti su tutto il territorio della Città di Caserta – recita la mozione – Quasi tutti gli istituti, infatti, necessitano di una riqualificazione e/o di un adeguamento strutturale in virtù delle pessime condizioni in cui versano e che rischiano di non presentarsi idonei all’uso.

E’ necessaria a questo punto un’adeguata programmazione in merito agli interventi integrali o parziali di ristrutturazione degli edifici scolastici, sottende Del Rosso e aggiunge: “l’Amministrazione è tenuta a garantire a studenti ed utenti, non solo il diritto alla salute e all’istruzione, ma anche l’accesso sicuro in ambienti scolastici agibili oltre che rispondenti ai requisiti igienico-sanitari”.