MADDALONI. E’ iniziato il processo a Della Peruta e Pietropaolo. Una montagna di intercettazioni affidate al perito

MADDALONI (g.g.) – E’ alle prime battute il processo nei confronti del funzionario dell’ufficio tecnico del comune di Maddaloni Michele Della Peruta, del geometra Michele Pietropaolo e di Rosa Iovene, titolare di una casa oggetto di condono.

Vicenda notissima, inutile raccontarla di nuovo, le accuse sono gravi e riguardano una serie di presunti falsi realizzati anche attraverso l’uso di timbri postali del 1986 per giustificare il condono edilizio per abitazioni fuori norma.


Stamattina il collegio presieduto dal giudice Carotenuto ha provveduto a nominare il perito incaricato di trascrivere tutte le intercettazioni contenute nella richiesta del Pubblico ministero e nell’ordinanza del Gip. Il perito si è preso i canonici 60 giorni per completare il suo lavoro. Dunque, la prossima udienza si svolgerà a settembre quando il Pm De Vico comincerà ad interrogare, lui con l’esame, la difesa con il contro-esame, i molti testimoni che l’accusa vuol portare in aula.

Ricordiamo che in questo processo, come nel resto i tutti quelli sulla tangentopoli maddalonese (Rosa De Lucia & affini) il comune si è costituito parte civile e sarà rappresentato dall’avvocato Giovanni Vairo.