Ad Script

TUTTI I NOMI. I FIGLI DI BIDOGNETTI E GLI EREDI DI SCHIAVONE. Ha parlato la difesa, ora si aspetta il verdetto

29 Novembre 2023 - 10:44

Terminate le arringhe degli avvocati, la prossima udienza, quella conclusiva, sarà celebrata a pochi giorni dal Natale

CASAL DI PRINCIPE – Era lo step successivo a quello dello scorso 12 settembre, quando i pubblici ministeri della direzione Distrettuale Antimafia, Graziella Arlomede e Maurizio Giordano, hanno terminato loro requisitoria nel processo in rito abbreviato che vede imputati 28 dei 45 arrestati il 3 novembre di un anno fa in quella che è stata l’ultima retata in ordine di tempo a danni degli esponenti del clan dei Casalesi.

Nelle scorse ore sono terminate le arringhe dei legali difensori, gli avvocati nominati dagli imputati.

Il prossimo udienza è quella del 22 dicembre quando il giudice Nicoletta Campanaro emetterà la sentenza nei confronti di questi 28.

I restanti 17 imputati stanno seguendo il processo tramite il rito ordinario.

Si tratta di uomini del gruppo di Gianluca Bidognetti, figlio del capo clan Francesco, Cicciotto e’ Mezzanotte, e soggetti legati alla frazione Schiavone. Gli imputati sono accusati a vario titolo di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsioni, armi, ricettazioni, violenza privata e, ovviamente, associazione a delinquere di stampo mafioso.

I NOMI DEGLI IMPUTATI E LE RICHIESTE DI PENA

Nicola Sergio Kader (gruppo Bidognetti, reggente a Castel Volturno), 14 anni di reclusione; Nicola Garofalo (Bidognetti, Frignano), 14 anni di carcere; Antonio Lanza, di Lusciano (Bidognetti) 8 anni e 4 mesi; Giosuè Fioretto, Casal di Principe (Bidognetti), 14 anni; Giacomo D’Aniello (Bidognetti), di Aversa, 10 anni; Giovanni e Antonio Stabile, 6 anni (Bidognetti); Gianluca Bidognetti, figlio di secondo letto del boss Francesco Bidognetti, per lui chiesti 16 anni di carcere; Vincenzo D’Angelo, marito di Teresa Bidognetti, originario di Santa Maria Capua Vetere, oggi pentito, 6 anni di carcere; Federico Barrino (Bidognetti), 10 anni; Francesco Cerullo, 10 anni; Katia Bidognetti, figlia di Cicciotto

e’ Mezzanotte, 4 anni; Emiliana Carrino, sorella dell’ex moglie del boss, 4 anni; Carlo D’Angiolella, 10 anni; Teresa Bidognetti, figlia minore di Francesco Bidognetti, 4 anni; Annalisa e Francesca Carrano, 4 anni; Agostino Fabozzo, di Aversa, 10 anni; Marco Alfiero, 6 anni; Clemente Tesone, 6 anni; Giovanni Della Corte, capo dei superstitit del gruppo Schiavone, detto cucchione, 16 anni, al pari di Gianluca Bidognetti, considerato a capo dell’omomino gruppo; Franco Bianco (gruppo Schiavone), braccio destro di Cucchione, 14 anni; Salvatore De Falco (Schiavone), 12 anni; Vincenzo Di Caterino (Schiavone), 14 anni; Giuseppe Di Tella (Schiavone), 10 anni; Giuseppe Granata (Schiavone), 14 anni; Felice Di Lorenzo di Aversa, Luigi Mandato e Francesco Barbato, per tutti e tre i componenti del gruppo Schiavone chiesti 4 anni di carcere e, infine, sempre gruppo Schiavone, 6 anni di carcere chiesti per Francesco Sagliano.