3 ARRESTI. Illeciti nella gestione delle case di accoglienza per immigrati

9 Marzo 2021 - 10:32

CASERTA – Illeciti nella gestione di case di accoglienza per immigrati tra le province di Frosinone e Caserta, mancanza di personale a sostegno degli ospiti, servizi di assistenza sanitaria, sostegno psicologico e mediazione linguista e culturale quasi assenti. Per questi motivi, sin dalle prime ore dell’alba, la polizia di Stato di Frosinone ed i militari della guardia di finanza di Cassino, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari, disposte dal Gip del Tribunale di Cassino, dott. Salvatore Scalera, nei confronti di 8 soggetti di cui 3 sottoposti agli arresti domiciliari e 5 colpiti dal divieto di esercitare attivita’ imprenditoriale.

Le

indagini del commissariato di Cassino con il supporto della squadra mobile della Questura di Frosinone ed i militari della guardia di finanza di Cassino, dirette dal sostituto procuratore Emanuele De Franco della Procura di Cassino, hanno consentito di ricostruire molteplici illeciti commessi da un gruppo criminale che gestiva diverse cooperative attive nel settore del sistema dei Centri di accoglienza straordinaria (Cas) di cittadini stranieri, tra le province di Frosinone e Caserta.