CAMORRA. L’arresto per il delitto Laiso. Il ras dei Casalesi stanato nella sua abitazione

25 Novembre 2021 - 20:35

SAN MARCELLINO/ CASAL DI PRINCIPE/VILLA DI BRIANO (tp) Emergono ulteriori particolari sull’arresto di Maurizio Zammariello messo a segno dai carabinieri del comando provinciale di Caserta diretti da Giorgio Guerrini. L’ex pasticciere, uno complice del delitto di Crescenzo Laiso, è stato arrestato all’interno della sua abitazione a San Marcellino.
Secondo le accuse di diversi collaboratori di giustizia, tutti già condannati per questi fatti, avrebbe avuto un ruolo di specchiettista nell’agguato mortale avvenuto 11 anni fa a Villa di Briano.  I pentiti hanno raccontato che Zammariello avrebbe fornito supporto logistico al commando di fuoco (coinvolte otto persone, CLIKKA E LEGGI I NOMI)  e avrebbe segnalato gli spostamenti ai killer. Dopo il rigetto del ricorso in Cassazione del suo avvocato, Zammariello è stato arrestato e tradotto in carcere in attesa dell’interrogatorio di garanzia.