CORONAVIRUS. Contabilizzati i 23 positivi di ieri a MONDRAGONE. La CAMPANIA per un giorno prova l’ebrezza di seconda regione più contagiata. DATI NAZIONALI. In un giorno più di mille guariti, morti…

30 Giugno 2020 - 18:49

Numeri, confronti e cifre su tutti i dati disponibili rilasciati dalla Protezione Civile per la Campania e l’Italia

CASERTA – Un solo caso effettivo, ma la Protezione Civile contabilizza oggi i 23 casi di contagio di coronavirus ai Palazzi Cirio di Mondragone. Con questi 23, sembra chiusa la partita legata al focolaio casertano, ma bisognerà aspettare almeno 14 giorni per avere un quadro più preciso.

E’ di 181, 19 rispetto a ieri, il numero di persone che in Campania sono ancora malate di covid-19. Il numero dei tamponi analizzati ieri e resi noti nel report è 3.277. Il totale regionale è pari a 282.253. Il rapporto del contagio è pari allo 0,73; considerato i 24 contagi registrati dall’Unità di Crisi della Campania.

Sale di 9 il dato relativo ai ricoverati nei reparti covid-19 ordinari, che ora sono 29. Non c’è nessun paziente nei reparti terapia intensiva delle strutture della nostra regione. Che ci possa essere stato un errore nelle scelte della Regione e del governatore De Luca è un qualcosa di chiaro, poiché 20 milioni spesi per tre fabbricati adibiti ad ospedali quasi sempre vuoti sono uno spreco.

Aumenta di 10 unità il numero dei contagiati da coronavirus che si trovano in quarantena domiciliare, per un totale di 152. 

Dall’inizio dell’epidemia, sono 432 i decessi, dato uguale rispetto al report di ieri, mentre i guariti sono 4.077 (+4). Il dato delle persone sottoposte a tampone almeno una volta nella nostra regione è pari a 138.482, +2.742 nel giro di 24 ore. Questa cifra è importante perché ci dimostra quanto sia mappato il virus.

IL DATO NAZIONALE

I 142 nuovi positivi di oggi e i 48.273 tamponi effettuati in un giorno portano il rapporto del contagio allo 0,29%, dato in calo rispetto al numero di ieri, 0,46%

Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza, sono risultate positive 240.578 persone, con 5.390.110 tamponi analizzati. Attualmente risultano positivi e sono curati dal Servizio sanitario 15.563 (-933) pazientiI guariti sono 190.248, cioè 1.052 in più rispetto a ieri. I deceduti nelle ultime 24 ore sono stati 23, il numero più basso dall’inizio della pandemia. Questo dato porta il totale delle vittime a 34.767.

Passiamo alle colonne grigie, cioè nelle varie categorie dei positivi assistiti: i ricoverati nei reparti covid ordinari sono complessivamente 1.090 (-30). Tre posti letto si sono liberati nelle Terapie Intensive in Italia ieri, sabato. Dunque, si attestano a 93 i malati da covid in Rianimazione.

In quarantena domiciliare si trovano 14.380 positivi, 900 in meno rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore, i casi analizzati nel nostro paese, cioè le persone sottoposte per la prima volta al tampone, sono stati 28.471, per un totale di italiani testati pari a 3.263.975. 

Dei 142 tamponi positivi rilevati oggi, 62 provengono dalla regione Lombardia. Il 44% dei nuovi positivi italiani provengono da questa regione. Il rapporto del contagio cresce dopo l’0,98% di ieri e torna a salire sotto l’1%, cioè 1,01%, ma è chiaro che parliamo di differenze minime. La buona notizia, invece, è che per il quarto giorno consecutivo la regione ha un incremento inferiore a 100 di contagi giornalieri.