Ergastolo a Michele Zagaria e 30 anni a Cicciariello per gli omicidi Cantiello-Florio

CASAL DI PRINCIPE (t.p.) – La Corte di Assise di Appello ha emesso la sentenza per il duplice omicidio di Antonio Cantiello Domenico Florio.

I giudici hanno condannato a trent’anni Francesco Schiavone detto Cicciariello, cugino omonimo del capoclan Sandokan, a ventitre anni ad Antonio Del Vecchio e  Antonio Mezzero.

Pene più severe per Michele Zagaria e Alfonso Cacciapuoti, condannati all’ergastolo. Assolti Salvatore Nobis, Maurizio Capoluongo, Giovanni Izzo e  Vincenzo Zagaria.

Il duplice delitto fu commesso nel 1996 a Santa Maria la Fossa. I due, entrambi affiliati al clan, vennero uccisi e fatti sparire. I loro cadaveri, secondo il racconto di alcuni collaboratori, furono poi bruciati all’interno di alcuni copertoni e gettati nel fiume Volturno. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Paolo CaterinoCarlo De Stavola, Angelo Raucci,  Alberto Martucci e Elisabetta Carfora