Giovanna Petrenga(FDI) all’attacco: “Poche risorse per i settori turistico, culturale e balneare. Bisogna fare molto di più”

6 Maggio 2020 - 17:00

CASERTA – “Le misure del governo per fronteggiare le restrizioni e le chiusure che hanno colpito la cultura e il turismo sono insufficienti. Parliamo di un mondo che riguarda i settori balneare, museale, ricettivo, editoriale, ludico e sportivo. Fratelli d’Italia e’ sempre stata collaborativa e ma dobbiamo registrare che su quanto si sta facendo su queste materie di alto impatto pubblico non ci siamo. La crisi provocata dall’epidemia del coronavirus fa si’ che questo mondo sara’ uno degli ultimi a ripartire e non basta prendere atto di alcuni interventi come quello della proroga ai balneari fino al 2033. E’ necessario ad esempio rimodulare per il 2020 i criteri di accesso alle risorse del Fondo unico per lo spettacolo e del tax credit, prevedere risorse aggiuntive per la filiera del libro e dell’editoria, gli archivi, le biblioteche, i musei, compresi quelli statali o comunali, istituire un fondo con funzione di investimento sia con la Cassa depositi e prestiti sia con l’Istituto per il credito sportivo. Non vogliamo restare sordi alla voce di una Nazione che chiede di piu’ e quindi non mancheremo di essere presenti mantenendo vivo il nostro contributo”. E’ quanto ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga, nel suo intervento in aula sull’informativa del ministro Franceschini.