Ad Script

GRUPPO FARINA. Parla il brand manager per Renault, Dacia e Alpine: “Lavoriamo a nuovi modelli e sull’elettrico, sostenibilità e clienti al centro del progetto”

25 Novembre 2023 - 16:59

Abbiamo fatto una chiacchierata con Gregorio Cannoletta. Forse un nome che non vi dice molto, ma si tratta dell’uomo scelto da Gruppo Farina per implementare la diffusione dell’universo Dacia, Alpine e, quindi, della controllante Renault, prodotti al centro delle attività del gruppo

Chi sei e quale ruolo ricopri all’interno di Gruppo Farina?

Sono Gregorio Cannoletta, Brand Manager di Renault, Dacia ed Alpine presso Renauto 2000, parte integrante del Gruppo Farina.

Puoi condividere con noi la tua storia nel Gruppo Farina e come sei arrivato al ruolo attuale?

Sono entrato nel Gruppo Farina più di 10 anni fa. Ho collaborato da subito con la Proprietà per implementare le performances commerciali e le procedure aziendali e, quando l’azienda è diventata più grande e strutturata, ho acquisito lo specifico ruolo di Brand Manager. Sin dalla mia prima esperienza professionale dopo la Laurea ho lavorato
nel settore Automotive, dapprima nei veicoli industriali e commerciali e, successivamente, nel settore automobilistico.

Quali sono stati i momenti più significativi della tua carriera in Gruppo Farina?

Posso individuare due momenti topici nella crescita della nostra azienda e, parallelamente, delle mie competenze: il primo quando sono entrati nuovi Brand ad affiancare gli storici mandati Renault e Dacia da me curati, dando una maggiore visibilità esterna e un interessante confronto interno tra diverse professionalità; il secondo con l’apertura della sede di Marcianise, che è stata concepita in maniera moderna e funzionale, consentendo di mettere sul campo tutte le potenzialità della nostra organizzazione

Quali sfide hai affrontato nella gestione di Renault, Dacia ed Alpine e come hai superato tali sfide?

Abbiamo affrontato importanti sfide interne, con il cambiamento tecnologico e il lancio di nuovi modelli dalle grandi ambizioni, e tante sollecitazioni esterne, con le grandi crisi che abbiamo superato, per emergenze sociali, economiche e belliche.

Quali progetti o iniziative stai attualmente sviluppando per il futuro dei marchi Renault, Dacia ed Alpine?

Stiamo concentrando gli sforzi sulla continua innovazione tecnologica, con particolare attenzione all’elettrificazione della gamma e allo sviluppo di nuovi modelli che rispondano alle esigenze emergenti del mercato. La sostenibilità e l’esperienza del cliente rimangono al centro delle nostre iniziative future.