Ad Script

Italian export forum: il tour internazionale fa tappa a Tirana

2 Aprile 2023 - 15:21

L’Ief è presieduto dall’imprenditore sorrentino Lorenzo Zurino.

L’Italian Export Forum – IEF, creato e presieduto dall’imprenditore sorrentino Lorenzo Zurino e che raggruppa aziende per un fatturato totale di circa 300 miliardi di euro, torna a creare “ponti” tra il mondo del Made in Italy e i mercati internazionali per dare vita a concrete opportunità di sviluppo reciproco.

Dopo Dubai, New York, Milano e San Marino, il 27 e il 28 marzo si è tenuta a Tirana la tappa Albanese del tour internazionale del Forum Italiano dell’Export che si è aperto con una cena inaugurale presso l’Hotel Plaza di Tirana alla quale hanno partecipato, tra gli altri, Francesco Lollobrigida, Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste ed il Viceministro degli Esteri Edmondo Cirielli, nonché di Matteo Zoppas, presidente di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Dopo l’apertura dei lavori ed i saluti istituzionali rivolti ai partecipanti dal Primo Ministro dell’Albania Edi Rama, da Edona Bilali, Ministro di Stato per la tutela dell’Imprenditoria Repubblica d’Albania, e da Frida Krifca, Ministro dell’agricoltura e sviluppo rurale della Repubblica d’Albania e dall’Ambasciatore italiano a Tirana S.E. Fabrizio Bucci, durante il Forum, i cui lavori sono stati moderati da Vittoriana Abate, Giornalista Rai ed Inviata Porta a Porta, si è discusso di Geopolitica, Agricoltura, Industria della trasformazione ed Infrastrutture.
Nella

prima sessione si è affrontato il tema della Geopolitica e dell’importanza dei Balcani nel nuovo ordine mondiale, con la partecipazione del Sindaco di Tirana, Erjon Veliaj, di Stefano Pontecorvo, Vice Presidente IEF e già Ambasciatore Italiano in Pakistan Russia e UK, di Massimo D’Alema, Presidente Fondazione Italiani Europei, e di Fabio Righi, Segretario di Stato all’Industria ed Artigianato della Repubblica di San Marino

Si sono poi affrontati in specifici tavoli di confronto i temi del Valore di Mercato del food nell’economia internazionale (con Francesco Pugliese, AD CONAD, Andrea Benetton, Board member del Gruppo Edizione, AD CIRIO Agricola e Maccarese Spa, Maksim Caslli, CEO American Capital ed Alessandro D’Oria, CEO Intesa San Paolo Bank Albania) e del rRolo strategico dei Balcani nelle nuove geografie commerciali legate all’export (con Ivan Bassato, Chief Aviation Officer Aeroporti Di Roma, Carlo De Simone, Direttore Indirect Channels SIMEST SpA, Franco Letrari, Direttore ad interim Direzione Relazioni e Progetti Internazionali ADM Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Riccardo Maria Monti, CEO di Triboo SpA ed Ermanno Giamberini CEO Con-Tra Spa).

“In questo momento storico complesso ed incerto sono orgoglioso ed onorato di aver raccolto ancora una volta attorno al Forum personalità ed eccellenze che rappresentano al meglio quel patrimonio inestimabile di ingegno rappresentato dal Made in Italy” – dichiara Lorenzo Zurino Presidente di IEF – e sono certo che anche questo appuntamento oltreconfine, in una città così in fermento e proiettata verso una crescita ed evoluzione importante come Tirana, si tradurrà in contatti per le nostre imprese e crescita per l’Export del Made in italy.

Il Forum Italiano dell’Export intende continuare a creare ponti, unire città e menti illuminate avendo come obiettivo la crescita e la valorizzazione dell’export italiano. Ci sono occasioni in cui il risultato è maggiore della somma dei singoli elementi, e l’evento di Tirana costituisce, in questo senso, un esempio.”

L’evento è stato ideato in stretta sinergia e promosso con la collaborazione di Camera di Commercio Italiana in Albania, presieduta da Antonio Nidoli, imprenditore che opera con successo sul mercato locale da due generazioni nel settore dell’edilizia e dell’industria produttiva.

“Sono onorato ed emozionato di aver ospitato l’Italian Export Forum a Tirana. In questo momento di tensioni ed incertezze, in EU è nata una nuova consapevolezza (riprendendo le parole di GIOVANNI PAOLO II nel 2004) l’augurio è “che l’UE possa respirare con due polmoni: quello dell’occidente e quello dell’oriente”.

In questa nuova visione, i Balcani possono completare e sostenere lo sviluppo dell’UE perché rappresentano un importante mercato di sbocco per le merci europee ed un’area strategica dove riposizionare alcune filiere produttive insediate oggi in estremo oriente che abbiamo capito essere troppo lontane per garantire gli approvvigionamenti necessari all’industria europea.

L’Albania è, peraltro, anche una porta privilegiata d’accesso al promettente mercato balcanico – e conclude – Il numero ed il livello delle adesioni per le due giornate del Forum ci confortano per l’evidente l’interesse che vi è attorno all’iniziativa che, sono certo, contribuirà a dare ulteriore slancio al rapporto tra Italia ed Albania”

Francesco Corbello, membro dell’Avisory Board e Presidente di IEF Campania, dichiara “L’evento di Tirana ha rappresentato un momento di confronto istituzionale ed imprenditoriale di altissimo livello.

Le imprese italiane devono essere costantemente sostenute per la loro crescita sui mercati internazionali anche mediante eventi come quelli che IEF, ormai, promuove in più parti del mondo.

E per sostenere la crescita delle Micro e PMI è importante il finanziamento pubblico che, però, deve essere rivisto in particolar modo nel meccanismo di erogazione atteso che aperture temporanee e chiusure per lassi di tempo indefinito non consentono alle imprese (soprattutto quelle di minori dimensioni) una pianificazione adeguata sia in termini strategici, che operativi e finanziari.

Inoltre, occorre far leva sulla consulenza specialistica atteso che un sostegno efficace deve basarsi sul rafforzamento delle capacità manageriali all’interno della MPMI; in tale contesto l’accesso a servizi di formazione e consulenza svolge un ruolo centrale come, del resto, più volte raccomandato dalla Commissione Europea”.