TARI, al via a MADDALONI la restituzione del 100%

20 Novembre 2021 - 10:15

Salgono a oltre tremila gli “utenti virtuosi” che potranno utilizzare, da oggi,  la  Remunero Card presso la Conad e altre 150 attività di Maddaloni.

È quanto emerso ieri durante l’incontro pubblico e gratuito promosso per far conoscere, ai titolari di partita IVA del Comune, il funzionamento attraverso il quale ottenere la restituzione del 100% della TARI grazie a Remunero, la start up innovativa che garantisce una “premialità” agli utenti in regola con la tassa sui rifiuti. La premialità si traduce nella restituzione pari a quanto dovuto annualmente per la TARI, versato a tutti gli utenti, sia famiglie e sia imprese.

 

Al confronto, moderato da Luca Tramontano e svoltosi presso il Centro Polifunzionale/ex macello in via Napoli, hanno partecipato circa 50 titolari di partita IVA (commercianti, artigiani e liberi professionisti) e la Giunta di Maddaloni rappresentata dal Sindaco, Andrea de Filippo; dall’Assessore all’ambiente Salvatore Liccardo; dall’Assessore alle attività produttive Enzo Lerro; dall’Assessore al bilancio Luigi Bove.

 

Il progetto Remunero è stato illustrato e presentato dettagliamente dal direttore dello sviluppo, Luigi Cardillo e dal project manager Mauro Nucci che hanno risposto con perizia ad ogni richiesta e curiosità dei presenti circa il funzionamento e le modalità del servizio.

 

Tra i presenti anche la dott.ssa Filomena Cardone direttrice dell’Ufficio Tributi del comune di Maddaloni che ha contribuito a risolvere, in tempo reale, alcune posizioni amministrative dei contribuenti. Erano presenti anche il dirigente e il funzionario dell’ufficio ecologia.

 

È poi intervenuto il presidente dell’Associazione Generaction Settimio Cembrola, che assisterà i cittadini di Maddaloni pre sso il CAF della città e soprattutto presso i 3 punti vendita della CONAD dove, da oggi, i “contribuenti virtuosi” di Maddaloni troveranno una cassa dedicata per utilizzare il conto Remunero.

 

Inoltre, nella app è disponibile l’elenco delle aziende aderenti sul territorio dove poter utilizzare la Remunero Card.

 

 

“Siamo molto soddisfatti del numero crescente dei ‘contribuenti virtuosi’ di Maddaloni i quali hanno ben compreso i vantaggi del progetto Remunero che introduce una vera rivoluzione e un cambio di paradigma nel rapporto tra il cittadino/contribuente e i Comuni: restituire ai cittadini e alle imprese l’importo versato per la Tari, da spendere presso gli esercizi commerciali del proprio territorio dichiara Federico Orlando, fondatore e amministratore unico di Remunero. Un modello virtuoso e innovativo spiega ancora Orlando – realizzato da Remunero che passa attraverso la restituzione del 100% della tassa sui rifiuti a famiglie e titolari di partita IVA, nei Comuni che aderiscono al progetto.”

 

RICORDIAMO I REQUISITI PER OTTENERE LA RESTITUZIONE DELLA TARI:

 

  1. essere in regola con il pagamento della TARI
  2. aver conferito correttamente i rifiuti
  3. non ricevere multe di carattere ambientale.

 

In più, per le aziende è prevista una riduzione della base imponibile immediata fino a un massimo del 30%. Obiettivo finale è la restituzione del 100% della TARI ai cittadini e alle imprese del territorio.  Si tratta di un accordo della durata di 5 anni che non comporta oneri per le Amministrazioni comunali e prevede il pieno rispetto della privacy e dei dati personali.

 

COME FUNZIONA?

 

Per ogni utente che si registra sulla piattaforma di Remunero viene aperto un conto online e inviata una carta per i pagamenti: la Remunero Card.  È prevista una commissione di transazione del 3,5% per sbloccare l’importo accreditato. Per i privati l’importo svincolato viene anticipato trimestralmente, così da verificare il comportamento virtuoso degli utenti e può essere utilizzato solo all’interno del proprio territorio per pagare fino al 30% di ogni acquisto effettuato, creando così un sistema di economia circolare.

 

REMUNERO CARD: UN ESEMPIO PRATICO

 

L’utente Tari riceve la Remunero Card con l’accredito del tributo pagato, che può spendere nella modalità indicata da Remunero presso tutti i soggetti titolari di partita IVA sul territorio, ai quali è stato attivato il conto Remunero. Esempio: per un acquisto di 100 euro, si può pagare l’equivalente di 30 con la Remunero Card e i restanti 70 in contanti o con carte di credito. L’esercente emette lo scontrino per il 100% dell’importo, indicando lo sconto che va facoltativamente dall’1% al 30%, che invece viene monetizzato sul conto Remunero. Si ottiene così una riduzione della base imponibile al 70% dell’importo, senza obbligo di richiesta e rendicontazione all’Agenzia delle Entrate che viene effettuata in automatico dalla app di Remunero.

 

CHI È REMUNERO?

 

Remunero è il primo modello di economia circolare multifunzionale, rivolto ai Comuni italiani ed europei, indirizzato all’armonizzazione e alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio, attraverso una serie di strumenti e servizi alla persona, alle aziende e alle amministrazioni comunali. In Italia, Remunero ha introdotto il suo primo progetto ambientale che, attraverso la premialità, restituisce la TARI ai contribuenti virtuosi.