TEANO. Bocciato l’impianto rifiuti di località S.Croce. Di Benedetto: “Bene, ma per stare sereni bisogna leggere le motivazioni del diniego”

9 Giugno 2021 - 12:05

TEANO (Pietro De Biasio) Sulla vicenda dell’impianto di trattamento rifiuti in Località S. Croce bocciato dalla conferenza dei servizi ieri l’altro bisogna attendere le motivazioni. È quanto, in estrema sintesi, è emerso dalle parole di Nicola Di Benedetto consigliere di minoranza del Gruppo [email protected] L’ex sindaco è un uomo del fare e appartiene a quella categoria di persone che quando si tratta di intervenire per affrontare le difficoltà si rimboccano le maniche per dare risposte concrete. E per questo preferisce attendere le motivazioni del diniego che saranno pubblicate a breve
per essere più preciso ed entrare nel merito dei contenuti della sentenza. Assolutamente positiva la sua reazione appena appresa la notizia: “l’importanza di questo primo esito favorevole alla Città è evidente. Ora però conta molto leggere le motivazioni e riflettere sui passi che farà la ditta. Per sorridere sereni bisogna leggere e capire”. Aggiunge però un elemento per “smascherare” l’atteggiamento dell’amministrazione comunale in relazione alla vicenda dell’impianto della Gesia.

In generale però si può dire che la tanto declamata salva-Teano non serviva e non è servita a niente. Quindi se le voci che mi sono giunte sono vere, la maggioranza ha perso quasi tre anni facendo solo tanto fumo, piuttosto che chiudere la partita sfruttando tutte le motivazioni che erano agli atti già da maggio 2018. A volte nella vita bisogna avere l’umiltà di leggere e studiare piuttosto che perdere fiato e tempo a raccontare favole”. Ai lettori più distratti ricordiamo che la legge regionale di cui parla Di Benedetto è stata fatta nell’estate del 2018 e a dire del sindaco Dino D’Andrea, avrebbe messo al riparo Teano dal pericolo. Invece la norma, che prevedeva un transitorio di 24 mesi, è scaduta ad agosto del 2020 e oggi si è deciso senza che questa norma avesse efficacia.