300mila carte d’identità elettroniche difettose. Coinvolti 28 comuni del Casertano

6 Giugno 2018 - 20:30

CASERTA – In 28 comuni del casertano esiste la possibilità che le nuove carte d’identità elettroniche siano difettose. L’allarme è stato lanciato dal Ministero dell’Interno. Si tratta delle tessere rilasciate nel periodo compreso tra ottobre 2017 e febbraio 2018. Le carte difettose sarebbero 300mila. L’errore sarebbe nella data di emissione del chip difforme rispetto a quella riportata sul fronte.

In particolare la problematica potrebbe essere riscontrata ad Aversa, Capodrise, Carinaro, Casagiove, Casal di Principe, Casaluce, Casapulla, Caserta, Castel Volturno, Cesa, Frignano, Gricignano d’Aversa, Lusciano, Macerata Campania, Maddaloni, Marcianise, Mondragone, Orta di Atella, Portico di Caserta, San Cipriano d’Aversa, San Marcellino, Sant’Arpino, Santa Maria a Vico, Santa Maria Capua Vetere, Succivo, Teverola, Vairano Patenora e Vitulazio.

Per

informare i cittadini il Ministero inoltrerà una comunicazione alle persone coinvolte. Inoltre è stato attivato il sito www.cartadidentita.interno.gov.it per verificare le Cie, inserendo il codice fiscale ed il numero di serie della tessera e vedere in tempo reale se rientra tra quelle difettose.