BIG MAXICINEMA. Ecco quando chiuderà definitivamente, fissato il giorno delle ultime proiezioni

18 Gennaio 2023 - 13:05

MARCIANISE (g.g.) – Sarebbe azzardato collegare i guai, ormai definitivi e irreversibili, che di qui a quaranta giorni, così come reso noto con un post dalla pagina Facebook Eventi in Campania, porteranno alla chiusura del Big Maxicinema di Marcianise, la più grande multisala della provincia di Caserta, ai problemi che l’hanno lambita anche in relazione a ingerenze da parte della criminalità organizzata.

La crisi del cinema da sala è ormai una realtà palmare e coinvolge le tutte le strutture esistenti in Italia come il Big Maxicinema.

Si tratta di un ritorno alle origini, una specie di rinculo rispetto a ciò che successe tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta, quando le antiche e romantiche sale cinematografiche uniche furono soppiantate dalle multisala, in grado di sviluppare un’offerta di prodotti cinematografici molto più ampia rispetto alla struttura monosala.

Oltre

a ciò, tutto il contorno, il fast food organizzatissimo, i video giochi e altri strumenti di svago laterali, costituirono un richiamo enorme che per
almeno 20/25 anni
ha consentito al Big e ad altre attività simili di incassare tantissimi soldi, ospitando milioni e milioni di persone.

Il covid ha accelerato il declino delle multisala, colpite immediatamente dalle normative anti assembramento. La segregazione forzata in casa ha fatto sì che piattaforme digitali (Netflix, per citare la più famosa) evolvessero e si facessero conoscere, anticipando i tempi di maturazione di un rapporto con il pubblico, con i consumatori di contenuti che, senza la pandemia, sarebbe stato sicuramente più lento.

Per cui, oggi, chi vuole proiettare cinema in sala deve ritornare al passato, ragionando su strutture a condizione familiare, artigianale, con costi limitati. In modo che quelle persone che ancora ritengono interessante, accogliente, accattivante vedere un film in sala e non sulla poltrona di casa, da uno smartphone, possano costituire un fattore di introito sufficiente a far quadrare i conti.

Per il resto, la notizia sul Big Maxicinema di Marcianise e la sua prossima chiusura non stupisce e non costituisce un fulmine a ciel sereno. Già da tempo avevamo raccolto gli sfoghi di qualche ex dipendente rimasto senza lavoro.

La notizia di oggi è che l’ultimo fotogramma sarà proiettato il prossimo 28 febbraio. Dal primo marzo resteranno solo gli edifici, in pratica mega capannoni che hanno accolto decine e decine di migliaia di proiezioni.

Ma questa è un’altra storia che andremo ad affrontare in seguito, visto che si inserisce in un discorso molto più ampio, relativo al mega polo commerciale di Marcianise-Caserta Sud, cresciuto esponenzialmente negli anni anche grazie a delle economie improprie e sicuramente discutibili da chi crede che la partita del mercato debba giocarsi sempre con regole trasparenti e al netto di rendite di posizione che hanno permesso, ad esempio, alla squadra del Campania di uscire dagli spogliatoi già sul 3-0 e superando a monte ostacoli con privilegi – di cui abbiamo scritto tante volte – non concessi a tanti investitori e ad altre realtà interessate a competere e costrette, da queste condizioni ab origine, a deporre le armi.

parcheggio cinema