E’ indagato per omicidio stradale il ragazzo che ha investito Giuseppe Capone

AVERSA – E’ stato ufficialmente iscritto nel registro degli indagati il 18enne che ha investito Giuseppe Capone. Il giovane, figlio di Sergio Di Meo, quest’ultimo commercialista normanno e patron di una squadra di pallavolo, si è fermato dopo l’impatto, ha cercato di prestare aiuto.

In attesa dell’autopsia sul corpo di Capone (la salma è attualmente all’Istituto di Medicina Legale di Caserta), l’automobile coinvolta nell’incidente è stata sequestrata. Al 18enne sarebbe stata ritirata anche la patente poiché era alla guida di una vettura, una mini cooper, di cilindrata maggiore rispetto a quanto consentito per i neopatentati