Ad Script

FRODE. Sospeso il consigliere comunale Danilo D’Angelo

17 Marzo 2023 - 08:45

La decisione del Prefetto di Caserta Giuseppe Castaldo

CASAGIOVE – Il Prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, ha disposto la sospensione di Danilo D’Angelo dalla carica elettiva di consigliere comunale di Casagiove.

Il provvedimento è stato adottato in seguito all’ordinanza del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli, con la quale D’Angelo è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.

A finire in carcere, assieme Danilo D’Angelo, ricordiamo, consigliere comunale e candidato a sindaco alle scorse elezioni comunali di Casagiove, anche Luca Manco, quarantottenne napoletano, proprietario della LM Group il quale avrebbe indebitamente beneficiato di ingenti risparmi di imposta grazie all’utilizzo sistematico di documentazione contabile fittizia tra cui oltre 2.600 fatture per operazioni inesistenti.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti D’Angelo e Manco nonostante la misura interdittiva che avrebbe impedito loro di svolgere l’attività professionale e l’amministrazione giudiziaria di una società, avrebbero continuato ad operare attraverso un nuovo soggetto economico intestato a prestanome, attivo nel medesimo settore all’Interporto, con il quale avrebbero svuotato di lavoratori, clienti e fornitori la precedente azienda provocandone la bancarotta e conseguendo profitti per oltre 6 milioni. Di qui le accuse di autoriciclaggio, falso in bilancio, bancarotta documentale e fraudolenta e indebite compensazioni effettuate con l’utilizzo di crediti inesistenti. 

L’ex consigliere, D’Angelo, è comparso ieri mattina innanzi al giudice per le indagini preliminari, Federica Colucci, del Tribunale di Napoli, e al pm Maria Cristina Ribeira della Procura napoletana. Il commercialista si è avvalso della facoltà di non rispondere anche se ha rilasciato dichiarazioni spontanee.