L’ASILO DEGLI ORRORI. Per la difesa non ci furono violenze ma solo abuso di mezzi di correzione. L’ira dei genitori

25 Novembre 2022 - 19:21

I sostituti procuratori hanno chiesto la condanna a 3 anni e 4 mesi per Francesca Merola, 2 anni e 4 mesi per Anna Lucia Spina, 1 anno ed 8 mesi per Valeria Eliseo.

CASAPULLA Per la difesa non si è trattato di violenza, ma di abuso di mezzi di correzione. Sembra assurdo, ma è così. La difesa di Valeria Eliseo, una delle maestre della scuola Piccole Pesti di Casapulla, accusata di maltrattamenti su minori, così ha esordito nel corso dell’udienza del processo che vede imputata non solo la sua assistita, ma anche Francesca Merola e Anna Lucia Spina. Per l’avvocato Giuseppe

Stellato, quindi, si è trattato di un percorso rieducativo. Una disquisizione che si è poi chiusa con la richiesta delle attenuanti generiche o con dell’assoluzione, perché, secondo lui e la sua assistita, il fatto non costituisce reato.

Ovviamente, tutto cìò, ha scatenato l’ira dei 29 genitori dei 44 bambini che frequententavano quella scuola. Ricordiamo che i sostituti procuratori hanno chiesto la condanna a 3 anni e 4 mesi per Francesca

Merola, 2 anni e 4 mesi per Anna Lucia Spina, 1 anno ed 8 mesi per Valeria Eliseo.