L’operatore incatenatosi da stamattina. La Lega: “Addetti del 118 sottopagati e umiliati durante il Covid”

31 Luglio 2020 - 15:55

COMUNICATO STAMPA

Il segretario provinciale della ‘Lega Salvini Premier’ di Caserta, Salvatore Mastroianni –
“Volontari del 118: poco dignitose le condizioni economiche. Mortificati dopo lotta al Covid”

Poco dignitose le condizioni economiche per i volontari e gli operatori del 118. A volte, troppo spesso, alcuni operatori di Caserta arrivano a percepire soli pochi euro l’ora. Condizioni di difficoltà assoluta. Non solo queste condizioni sono mortificanti per chi ci ha difeso durante l’emergenza Covid ma anche e soprattutto inimmaginabili da attribuire al personale, che in molto casi si adopera per salvare vite tra le mille difficoltà quotidiane. Deplorevole quanto accaduto oggi a Mondragone dove un operatore ha minacciato di darsi fuoco. La Lega è dalla parte degli operatori e volontari del 118, senza se e senza ma. Dalla parte dei medici e degli infermieri che, con infinito senso del dovere ed infinito spirito di servizio, spesso lavorano con apparecchiature e mezzi obsoleti. Non è questa la sanità che abbiamo in mente. La prima cosa che faremo quando andremo al governo del Paese e della Regione sarà rimettere al centro del dibattito politico il diritto alla salute e la dignità del malato”.