Ad Script

MADDALONI. VOTO DI SCAMBIO. Arrestati Teresa Esposito, gli altri due fratelli di o’sapunar e anche la madre

12 Dicembre 2018 - 12:43

MADDALONI – Ha trovato uno sviluppo clamoroso l’indagine, condotta dal Pubblico Ministero della Dda, Luigi Landolfi, sul presunto voto di scambio alle ultime elezioni comunali di Maddaloni.

I provvedimenti cautelari hanno portato all’arresto di Teresa Esposito, in passato eletta al consiglio comunale e stavolta rimasta fuori pur avendo avuto un risvolto personale ragguardevole, della mamma e dei due fratelli, tra cui quell’Eduardo Esposito che nel giorno della sentenza di condanna all’ergastolo per omicidio dell’aspirante boss Antonio Esposito, inveì e insultò pesantemente proprio il pm Luigi Landolfi, qualche istante dopo la lettura del verdetto.

L’indagine sul voto di scambio è iniziata già durante la campagna elettorale. Per il momento si sa che sotto la lente d’ingrandimento della dda sono finite le schede di alcune sezioni (CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO PRECEDENTE ARTICOLO).

Per la precisione, sono 4 le persone finite agli arresti domiciliari per voto di scambio. Si tratta della citata Teresa Esposito, dei fratelli Giovanni e Eduardo e della madre Carmela Di Caprio. L’accusa è per tutti di corruzione elettorale aggravata dal metodo mafioso. Tra gli indagati anche l’attuale sindaco di Maddaloni, Andrea De Filippo. Il blitz è stato eseguito dalla squadra mobile di Caserta su mandato della Dda di Napoli.