MARCIANISE. Il racconto degli ultimi giorni del Carrefour

28 Maggio 2018 - 17:16

Dopo diversi anni il centro commerciale Campania di Marcianise perde un suo storico pezzo, quel Carrefour così enorme e inesorabilmente ormai così vuoto

MARCIANISE (luigi vincenzo repola) – “Sembra di stare in uno di quei paesi dell’ex Unione Sovietica“, dice la persona di fianco a me, mentre percorriamo le corsie del Carrefour del centro commerciale Campania. Non posso darle torto, vorrei pure, ma non riesco.

L’abbandono, la fuga con quei pochi prodotti rimasti, i mega sconti. Un intero supermercato in liquidazione. Alcune corsie sono sbarrate, come dopo una catastrofe, transennate per evitare il passaggio. Eppure c’è chi ancora lavora e non lo farà per molto in questo luogo. Solo che sembrano tutti andare più piano, come per rallentare l’addio al proprio posto. Come se muovendosi più lentamente si potesse fermare il tempo. Sfortunatamente lo sanno anche loro che non funzionerà, e quando lo dimenticano per qualche istante il paesaggio attorno li rigetta nella realtà.

Le

persone si lanciano nei vestiti sparsi sugli scaffali, come al mercato delle pezze americane. Vorrei approfittarne anche io, sfruttare un mega sconto per un jeans, una polo o un paio di scarpe, ma questa volta non riesco. La desolazione di un luogo così grande mi inibisce, mi ferma, ma allo stesso modo affascina.

E allora immagino uno strillone: “Venghino signori! Ultimo giorno del museo del consumo!“. Pagando l’entrata potrai ammirare le corsie vuote, le rovine di un’epoca gloriosa, un posto di lavoro finito gambe all’aria. Con la gente che si accalca per acquistare un souvenir della mostra.

Con i mega sconti.