MONDRAGONE. Più di un secolo e mezzo di carcere chiesto per Francesco Tiberio la Torre e altri 12. TUTTI I NOMI E LE PENE INVOCATE

2 Dicembre 2019 - 16:40

MONDRAGONE (g.g.) – Sono durissime le pene chieste, questa mattina, dal pubblico ministero della Dda Alessandro D’Alessio, che proprio in queste ore ha lasciato la scrivania dopo anni indubbi successi giudiziari, per trasferirsi praticamente nello stesso stabile, alla Procura della repubblica di Napoli, quella che si occupa di tutti i reati, fuorché quelli connessi alla criminalità organizzata. Nel processo con rito abbreviato, davanti al Gup del tribunale di Napoli, è stata pronunciata dal Pm la requisitoria nei confronti di Francesco Tiberio la Torre, figlio del super boss Auguro e di altre 12 persone coinvolte nella stessa ordinanza che, al suo tempo, come ricorderanno i lettori di CasertaCe, svelò un articolato traffico di stupefacenti e altre attività criminali, coordinato proprio dal giovane La Torre.

I NOMI E LE RICHIESTE DELLA DDA

La Torre Francesco Tiberio anni 18
De Crescenzo Salvatore Anni 18

Lika Nevila anni 10
Degli Schiavi Michele anni 16
De Crescenzo Vincenzo anni 16
Balestrieri Francesco anni 14
Lola Frederik anni 16
Rinaldi Giuseppe anni 10
Meandro Luigi anni 10
Cardillo Costantino anni 8
Cipriani Alessio anni 9
Pagliuca Angelo anni 4
Montano Maurizio anni 4