Noto avvocato di S. Maria C.V. accusato di stalking dalla ex moglie. Il gip archivia il caso e ora la donna rischia il processo per calunnia

25 Luglio 2022 - 17:09

Con l’ordinanza del 17 luglio scorso del gip Villano, l’uomo è stato ritenuto non responsabile di alcuna condotta persecutoria (artt. 408-411 c.p.p)

 

 

SANTA MARIA CAPUA VETERE Si è chiusa con la seconda archiviazione accolta dai magistrati di Santa Maria Capua Vetere la vicenda giudiziaria di un noto e facoltoso avvocato sammaritano, B.T., denunciato per atti persecutori dalla ex moglie, M.R.. Il professionista sammaritano, specializzato in colpe professionali mediche, era stato accusato dalla ex coniuge, promotrice finanziaria di Banca Fideuram (con l’avallo del suo ormai ex capoarea di origini napoletane, M.S.), di stalking davanti al Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere, sostenuta anche da alcuni parenti prossimi, pure loro noti legali della città del Foro, con l’intento chiaro di rovinare l’immagine della vittima. Invece, con l’ordinanza del 17 luglio scorso del gip Villano,

l’uomo è stato ritenuto non responsabile di alcuna condotta persecutoria (artt. 408-411 c.p.p), perché è risultata palese ‘come la parte denunciante abbia riferito in sede di querela di un episodio specifico asseritamente avvenuto il 20.10.2020, confermato dalla testimonianza del suo collega di lavoro anche in relazione alla data indicata, rivelatosi poi non veritiero a seguito dell’acquisizione dei tabulati telefonici’. La vittima è stata difesa dagli avvocati Annamaria
Ferriero
del Foro di Santa Maria Capua Vetere e Ilaria Criscuolo del Foro di Napoli, mentre l’ex moglie era seguita dall’avv. Francesco Cafiero de Raho, anche lui del Foro napoletano. Ora i due promotori rischiano il processo penale per calunnia e false dichiarazioni rese dinnanzi a Pubblico Ufficiale, oltre a quello civile per il risarcimento del danno.