CASERTA. Incassano sempre i soliti noti. Progetto di piazza Padre Pio al cognato di Donato Tenga

CASERTA (M.C.V.) –  E’ sempre degno di nota, secondo Casertace, l’affidamento di un incarico, da parte di un ente comunale, ad un professionista legato allo stesso ente – ovvero a chi lo rappresenta in consiglio comunale – da un rapporto di parentela o di stretta vicinanza familiare.

Merita una osservazione critica, dunque, che non inficia il giudizio sulla validità del lavoro svolto (giudizio che, a dire il vero, non abbiamo ancora prodotto) nè entra nel merito della professionalità dell’architetto in questione, l’affidamento a Franco Falchè della progettazione del restyling di piazza Padre Pio, per il quale il Comune di Caserta ha ottenuto un finanziamento regionale di 1 milione e 200mila euro (CLICCA QUI).

E’ noto ai più, infatti, che l’architetto Falchè, firmatario del progetto, è cognato del consigliere di maggioranza Donato Tenga.