Ad Script

I Cosentino assolti, dissequestrate 300 pompe di benzine. Da lunedì Giovanni torna alla scrivania del comando di Aversana Petroli

15 Settembre 2018 - 19:30

CASERTA (g.g.) – C’è l’elemento formalmente accessorio ma sostanzialmente importantissimo legato alla sentenza con cui ieri la Corte di Appello di Napoli ha assolto Nicola e Giovanni Cosentino nell’ormai arcinota vicenda delle pompe di carburante lungo la Nola-Villa Literno.

Quest’assoluzione ha portato con se l’immediato dissequestro dell’Aversana Petroli, l’azienda principale della famiglia Cosentino. Si parla di circa 300 distributori di carburante che torneranno sotto il pieno controllo di Giovanni Cosentino, il quale, con questa assoluzione, potrà tornare al timone dell’azienda in attesa dell’ultimo grado di giudizio, quello della Cassazione alla quale, certamente, si appellerà la Procura Generale presso la Corte di Appello di Napoli, tecnicamente la grande sconfitta di questo processo.