Il concerto di Jovanotti. La Guardia di Finanza impegnata in forze. Tutti i numeri dei sequestri e delle denunce

14 Luglio 2019 - 12:17

Castel Volturno – Non si è trattato di un impegno rituale, ma di uno sforzo realmente finalizzato in parte a reprimere fenomeni di criminalità e in parte a prevenire, dissuadere chi avesse qualche idea strana per la testa, dall’intento di rovinare la grande festa della musica, svoltasi da ieri pomeriggio fino alla tarda serata in una spiaggia di Castel Volturno, che ha ospitato il concerto di Jovanotti.

Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, guidato dal colonnello Andrea Mercatili, ha schierato, nel lungo arco temporale dell’happening, oltre ai normali servizi di ordine pubblico, anche 15 pattuglie in borghese dei diversi reparti operanti.

Il lavoro di controllo ha permesso di comminare 7 denunce per vendita di merce contraffatta.

Nel dettaglio, sono stati sequestrati 1130 pezzi di bigiotteria, accessori mare e bevande venduti abusivamente.

Sono stati elevati 22 verbali per mancato rilascio di scontrini.

5 parcheggiatori abusivi sono stati individuati ed identificati.

2 auto sono finite sotto sequestro: la prima in quanto non provvista di assicurazione, la seconda per guida senza patente.

In attività anche le unità cinofile antidroga, che per un contesto del genere risultano essere sempre molto, molto utili.