S.MARIA C.V. La coop di Fabio Monaco rinuncia all’affidamento dopo il nostro articolo. Stavolta, applausi a Francesca Palma

SANTA MARIA CAPUA VETERE (g.g.) -Molto bene, molto bene. Se, sabato scorso, abbiamo criticato (CLICCA QUI PER LEGGERE) la dirigente dell’Ufficio di piano dell’ambito C7, Francesca Palma, ricordandole che la circostanza di essere una congiunta di un magistrato non è un elemento esimente, ma molto più impegnativo che non le consente di limitare il suo agire al presidio della linea di discrimine tra quello che è illegale e quello che illegale non è.

Scrivemmo, alla dottoressa Palma, che avrebbe dovuto segnalare al sindaco e all’amministrazione la assoluta inopportunità della partecipazione della cooperativa MA.GI.AL.MA, riferibile direttamente all’ex consigliere comunale Fabio Monaco, oggi rappresentato in giunta Claudia Imparato, alla gara per l’attribuzione degli incarichi, ben remunerati di affiancamento e consulenza per il partenariato sociale, in pratica un affiancamento selezionato per aree d’intervento dello stesso Ufficio di piano.

Oggi abbiamo saputo che MA.GI.AL.MA si è ritirata rinunciando all’affidamento. Ripetiamo, molto bene. Molto bene soprattutto la dottoressa Palma la quale, con onestà intellettuale, ha riconosciuti la validità quelle ragioni da noi espresse con molto garbo, facendosi sentire e bloccando questa operazione che era la solita cofecchia della politica, che non conosce il senso della misura e che viene esercitata dal 95% dei suoi attori in questo territorio solo per coltivare i propri interessi e per soddisfare la propria inguaribile vanagloria.