Ad Script

Messa in onore dei donatori di organi all’ospedale di CASERTA

4 Dicembre 2023 - 17:18

CASERTA – Quest’anno è coincisa col giorno di Sant’Andrea, la celebrazione della programmata Messa in onore dei donatori di organi.

Si è tenuta nella Cappella dell’ AORN di Caserta, alla presenza del Direttore Generale Dr. Gaetano Gubitosa, la sentita e solenne celebrazione eucaristica in onore dei donatori di organi. La funzione religiosa è stata officiata da Sua Eccellenza, Mons. Pietro Lagnese, *Vescovo di Caserta con i concelebranti “Padri Camilliani” P. Giorgio e P. Agostino, operanti nell’Azienda Ospedaliera casertana.“

La donazione degli organi da parte di coloro che sono dichiarati clinicamente morti, volontà espressa in vita dagli stessi o da propri familiari – ha sottolineato il Dr. Franco Martino, Presidente dell’A.I.T.F. -OdV (Associazione Italiana Trapiantati di Organi ) rappresenta davvero un atto d’amore e di grande solidarietà umana verso gli altri che può essere compiuto soltanto da persone speciali, da gente illuminata che votandosi al bene e alla generosità più autentica, ha interpretato perfettamente la “Parola del Vangelo”.

Profonda gratitudine verso chi ha permesso che da un fiore reciso un altro potesse rifiorire alla vita è stata espressa anche dal Vescovo Lagnese che, in una lunga e toccante omelia, ha sottolineato l’importanza della parola Dono accostandola alla speranza di guarigione per i malati, pregando per chi ha ricevuto il trapianto e per chi è in lista d’attesa, facendo giungere ai fedeli il suo chiaro messaggio d’ altruismo, di bontà e di amorevole condivisione, anche delle sofferenze. L’importante funzione odierna, organizzata dall’ AITF di Caserta, coadiuvata dal locale Coordinamento Prelievi organi e tessuti, diretto dalla Dott.ssa Patrizia TIDONA, è stata vivificata dalla presenza di una rappresentanza di familiari dei donatori e tantissimi trapiantati. Grande è stata la commozione che si respirava nella sala nell’ascoltare, anche dopo la Messa, le testimonianze di alcuni, come altrettanto emozionante è stata una lettera manoscritta proprio dal Dr. Martino, indirizzata al proprio sconosciuto donatore e letta pubblicamente a conclusione della S. Messa .

A seguire, nella circostanza, nel pieno rispetto di una tradizione consolidata, sono stati consegnati dei piccoli, simbolici doni, al Vescovo e ai prefati cappellani, a testimonianza della forte vicinanza che il sodalizio intende mantenere con la chiesa casertana. Un gagliardetto effigiante il fiore della vita è stato poi offerto alle altre personalità ospitate da parte del Presidente organizzatore. Il bellissimo evento, che tradizionalmente si ripete da anni (interrotto solo in fase di pandemia) è stato ulteriormente impreziosito dalla partecipazione del sopraccennato Dott. Gubitosa, nelle vesti di uno squisito padrone di casa; dalla straordinaria presenza del Procuratore Generale presso la Corte d’Appello del Distretto di Napoli, Dr. Antonio Gialanella, del Dirigente della Prefettura di Caserta (Vice Prefetto D.ssa Lucia Chiara Buonocore, del Dott. Enzo BATTARRA, Assessore al Comune in rappresentanza del Sindaco di Caserta, dell’Avv. Maurizio DEL ROSSO, Consigliere in rappresentanza del Presidente della Provincia, del Dr. Antonio Magno, Dirigente dell’ UPGSP della Questura di Caserta, del Dott. Pasquale Vitale, Dirigente dell’ Ufficio Sanitario Prov.le , del Dott. Enzo DEL GIUDICE del C.R.T. della Campania, del Dott. Carlo Manzi , Presidente dell’ Ordine dei Medici della Provincia, del Presidente del CSV Asso.Vo.Ce. Dott.ssa Elena Pera, accompagnata dal direttore del centro, Dott.ssa Paola PISCITELLI, e di una robusta rappresentanza di personale medico e infermieristico del nosocomio casertano. Purtroppo alcuni stati febbrili del momento di altrettanti amici ed Autorità non hanno consentito la loro partecipazione,..che però non hanno fatto mancare il loro sostegno con messaggi di vicinanza e solidarietà