Ad Script

PROVINCIA DI CASERTA. Marcia trionfale delle ditte edili dell’AGRO AVERSANO. Appalti da oltre 2 milioni e mezzo di euro per le strade a imprenditori di CASAL DI PRINCIPE, CASAPESENNA e…

13 Luglio 2022 - 12:55

In calce all’articolo troverete tutti i documenti relativi a queste aggiudicazioni provvisorie. Si tratta di una prova di forza delle capacità di business dell’area, senza dubbio. Una circostanza di cui potrà essere orgoglioso il sindaco di Casapesenna e delegato alla Viabilità per la Provincia, Marcello De Rosa. Però, il passato di questa terra, di questa provincia, nel senso di ente, ma anche di territorio, ci costringe ad avere sempre le antenne drizzate

CASERTA (g.g.) – Il consigliere delegato alla Viabilità Marcello De Rosa andrà sicuramente fiero di constatare il dinamismo e la capacità, tutta organizzativa, tutta tecnico professionale, per carità, di ditte anche di Casapesenna, cioè del comune di cui è sindaco, o comunque vicinissime di casa, di macinare un’aggiudicazione dopo l’altra ad esito delle procedure di gara bandite dall’amministrazione provinciale di Caserta, di cui lui è titolare per delega (ovviamente) del presidente Giorgio Magliocca, proprio del settore dei lavori stradali.

Una vera e propria sventagliata di aggiudicazioni provvisorie, ma destinate a diventare presto definitive, in cui, se eccettuiamo la DP Costruzioni con sede a Scanzano, provincia di Grosseto (il che non è detto affatto che non sia governata dalle persone della provincia di Caserta), il resto è una marcia trionfale targata agro

Aversano.

Lo schema prevede una procedura aperta con trenta imprese invitate, che può sembrare un’operazione di trasparenza amministrativa, ma come abbiamo spiegato in tanti articoli (QUI IL PIU’ RECENTE

), queste formulazioni non risolvono dubbi e perplessità sulle gare d’appalto, che anche in casi simili – non possiamo e non vogliamo dire che sia avvenuto in queste occasioni – possono essere inquinate, come emerso dalle recenti inchieste della Dda e della procura di Santa Maria Capua Vetere sugli appalti nella nostra provincia.

Partiamo con la società di Casapesenna. Visto quello che in passato è avvenuto alla Provincia, vi diamo per primo il nome del Responsabile unico del procedimento. E’ Claudio Trisolino l’ingegnere che per la provincia di Caserta ha gestito la procedura di gara per la manutenzione ordinaria per gli anni 2022 e 2023 sui tratti di strada di competenza provinciale, specificatamente il centro manutenzione numero 3 tronco 4 e 5 e tronco 2 del Centro di Manutenzione 4, dall’importo a base d’asta di 271 mila 876 euro.

La società che si è aggiudicata l’appalto è la A.P. Costruzioni, come detto, di Casapesenna, con sede in via Traversa Sant’Antonio. Un successo frutto di un ribasso del 38,51%, cioè dello o,1% superiore alla soglia anomala e quindi dello 0,1% superiore alla cifra minima di legge prevista per non essere esclusi dalla gara, norma rintracciabile all’articolo 97 comma 8 del Codice degli appalti.

Sempre Trisolino e sempre manutenzione stradale, stavolta riguardante il centro manutenzione 3, tronco 1-2-3 e 4. 320 mila 568 euro. Questo è l’importo iniziale della gara che è stata aggiudicata alla già citata DP Costruzioni, capace di svettare tra le 21 offerte presentate con un ribasso del 38,5450%, cioè superiore dello 0,01% alla soglia di “sbarramento” che abbia spiegato prima. Come si suol dire, dentro di un soffio.

Salutiamo il buon Trisolino e andiamo ad occuparci delle procedure di gara gestite dal Rup Antonio Coppola. Il geometra della provincia di Caserta ha firmato tre atti di aggiudicazione provvisoria. Il primo riguarda i lavori di manutenzione delle strade provinciali n.30 “Vaticali“, n.260 “Strada Camnino“ e n.229 “Carditello la foresta”, affidata alla migliore offerta delle 21 in lizza, cioè quella presentata dalla Gallo Costruzioni di Filomena Maisto, società con sede a Villa di Briano, ditta che ha presentato un ribasso del 37%, rispetto ad un importo di gara iniziale dal valore di 398 mila euro. 

Il secondo appalto firmato Coppola riguarda i lavori di manutenzione straordinaria della Provinciale 329 (ex SS.608) di Teano, nel tratto compreso tra il km 2+500 ed il km 4+00, e della Provinciale.330 ex SS 158 nel tratto compreso tra il km 91+500 ed il km 94+000. Partendo da una base d’asta di 350 mila euro, è stata la ditta Iorio Angelo da Casal di Principe a prendere la testa della graduatoria tra le 21 offerte valide, con un ribasso del 37,7%.

Il terzo è ultimo della serie parte da una base d’asta di 339 mila euro e vede 19 offerte ai nastri di partenza su 30 ditte invitate. Alla manutenzione straordinaria della Provinciale 158 Borgo Appio, I°tratto tra il km 1+500 e il km 3+000, della 190 Provinciale Cancello Arnone Domiziana, tratto tra il km 1+900 al km 2+400, e della SP.200 San Marcellino Casapesenna, tratta tra il km 0+000 al km 1+600, lavorerà la società di San Cipriano d’Aversa EG Costruzioni, che è riuscita a restare all’interno delle offerte non anomale di un nulla, per uno 0,04%, con un offerta di ribasso del 38,52%.

Alla COGESA di Vincenzo Corvino, invece, è stata aggiudicata la gara gestita dal Rup Filomeno Salvatore Saudella relativa ai lavori di manutenzione ordinaria 2022/2023, riguardanti i centri di manutenzione 4, tronco 6 e il centro di manutenzione 6, tronchi 1,2,3,4,5,6. Si tratta della gara più lucrosa di tutto il lotto: 630 mila euro come base d’asta iniziale. 

Una procedura che la Cogesa si è aggiudicato, entrando nelle proposte ritenute valide – secondo quel calcolo previsto sempre dall’articolo 97 comma 8 del Codice degli appalti – grazie ad un ribasso superiore allo 0,0238% rispetto alla soglia massima che, nel momento in cui viene toccata o superata, prevede “l’esclusione automatica dalla gara delle offerte“.

Anche qui, allora, possiamo utilizzare un forma giornalistica solitamente sportiva, scrivendo che la Cogesa è dentro per un’incollatura. La società di Aversa si aggiudica provvisoriamente la gara, con un’offerta migliore, ribasso del 38,68%, dello 0,0118% rispetto alla seconda classificata, la Agnorelli di Poggibonsi, in provincia di Siena.

L’ultima procedura di gara riguarda sempre la manutenzione stradale ordinaria, ma relativamente ai centri di manutenzione 5 (tronchi n. 4 e 5) e il centro 4, tronco 1 e 4. Qui a festeggiare è una ditta di Cancello ed Arnone, parliamo della Meridionale Costruzioni Group, che con un ribasso del 38,42% ha portato a casa l’appalto curato dal Rup Giovanni Ronghi , del quale era stabilito come importo di partenza la cifra di 325 mila euro.

Vi abbiamo fatto un piccolo riassunto di queste sette gare relative alla manutenzione stradale bandite dall’amministrazione provinciale e dal valore superiore ai 2 milioni e 633 mila euro, cifra alla quale andrà tolto il ribasso presentato dalle sette ditte vincitrici.

Si tratta di opere pubbliche di importanza basilare per la vita dei cittadini casertani, in considerazione del fatto che la manutenzione delle strade è uno degli argomenti che maggiormente provoca discussioni e polemiche e che spesso viene tirato in ballo per fatti di cronaca, certe volte tragici, avvenuti nella nostra provincia, sulle vie della nostra provincia.

Sfortunatamente, visto e considerato quanto avvenuto negli ultimi anni in provincia di Caserta, sia come ente amministrativo, sia come territorio, cioè le indagini degli inquirenti, le inchieste delle procure e i successivi processi, ma anche il nostro lavoro giornalistico, siamo costretti a drizzare le antenne quando un agglomerato di aziende provenienti dall’agro Aversano fa incetta di procedure di gara milionarie euro relative a lavori di costruzioni, manutenzione stradale o rifiuti.

Ripetiamo il concetto già espresso in precedenza, in questo caso non abbiamo niente che ci possa far pensare a procedure oscure, poco chiare, avvenute nell’Ufficio Tecnico della provincia, ma, come detto, le antenne di CasertaCE sono sempre drizzate.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE SETTE AGGIUDICAZIONI PROVVISORIE