PAZZESCO. Rubate stanotte 7 campate dell’Enel dell’alta tensione per quasi due chilometri di cavi da 10 mila volt

26 Maggio 2018 - 12:35

SANTA MARIA LA FOSSA (g.g.) – Un furto senza precedenti che fa riflettere anche noi giornalisti che da anni abbiamo considerato notizie di serie C o di serie D i raid id poveri cristi, spesso immigrati e diseredati che andavo a trafugare pezzi di rame da binari e altri dispositivi.

Questa pratica criminale si è ingigantita e strutturata come organizzazione che, a questo punto, diventa degna di attenzione delle autorità antimafia.

Stanotte, nelle campagne di Santa Maria La Fossa , precisamente in via Presidente, sette campate di cavi Enel dell’alta tensione, ovvero circa 1.800 metri di cavi elettrici da 10.000 Volt. Al momento l’Enel, per far fronte ai disagi, ha dovuto affittare tre gruppi elettrogeni per alimentare altrettante cabine.

Potete

facilmente dedurre che per realizzare un furto di tali dimensioni e capacità occorre gente specializzatissima. Stamattina chi è passato di là ha pensato, forse, che ci fosse stata un’esercitazione del Genio militare, dei guastatori. Invece solo criminali non conoscenze e perizie tecniche.