SANREMO. Avvocato di CASERTA contro Achille Lauro, difenderà la band che lo accusa di plagio. Ma la canzone assomiglia già ad un altro brano del 1996

CASERTA – Un’accusa arrivata improvvisamente, tra capo e collo, per il trapper Achille Lauro, accusato dalla band romana Enter di aver utilizzato la base di un loro pezzo per la sua “Rolls Royce”, brano che sta ricevendo tanti complimenti e anche critiche per un riferimento all’ecstasy in varie parti del testo, secondo il programma “Striscia La Notizia”.

A difendere il gruppo romano sarà un avvocato di Caserta, Biagio Narciso, a cui si sono rivolti i membri della band che avrebbero verificato la perfetta sovrapponibilità delle tracce audio del brano presentato a Sanremo con quello di loro paternità e per questo il professionista avrebbe già fatto partire una diffida.

C’è da aggiungere che sui social pare che la canzone di Achille Lauro sia molto simile ad un altro brano, “1979” della band americana Smashing Pumpkins, canzone celebre negli anni 90.

La canzone di Achille Lauro

Il brano degli Enter

1979 degli Smashing Pumpkins