LA VIDEO INTERVISTA. Il presidente della Camera di Commercio Tommaso De Simone: “Partire dalle criticità della nostra economia e senza darsi per vinti lavorare duro per migliorare il sistema”

 

CASERTA (Gianluigi Guarino) Il ritardo con cui abbiamo riflettuto, quest’anno, sui dati dell’economia casertana, così come questi sono stati illustrati dal presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone, nella tradizionale conferenza stampa di fine anno, è divenuto ancor più colpevole nel momento in cui ci siamo accorti che la struttura di quest’analisi non partiva da una monocorde, rituale e, per certi versi stucchevole, elencazione dei numerini riguardanti i grandi aggregati macro economici, scomposti solo nei loro fattori e nelle loro articolazioni principali.

Al contrario, le valutazioni del presidente della Camera di Commercio, sono partite da rilevazioni problematiche e autenticamente pensose. Un approccio, a nostro avviso, serio, concreto e, soprattutto veritiero che ha reso chiaro anche l’obiettivo del lavoro compiuto dalla Camera di Commercio: nessuna volontà di esporre in prima battuta qualche numero positivo, vieppiù utile in questa fase di rinnovo degli organismi interni della Camera, ma una tensione verso la necessità di essere impietosi sulle cose che non vanno bene nell’economia locale, in modo da stabilire, con esattezza, la linea di demarcazione che discrimina ciò che non va bene per congiuntura, e che sfugge, dunque, al di la della sua decifrazione, dalla possibilità di controllo e di correzione da parte del sistema Caserta, e ciò che, invece, non va bene per patologia, per la persistenza delle afflizioni croniche del tessuto sociale locale, inteso come elemento costitutore di un’economia che lo riflette.

Per questo motivo, abbiamo deciso di chiedere a De Simone un supplemento di quella conferenza stampa, dedicando un pò del suo tempo alle domande rivoltegli da CasertaCe. Ne è venuta fuori una video conversazione interessante che abbiamo suddiviso in due parti. La prima, più breve, è quella che pubblichiamo stamattina e che non solo fotografa i numeri, ma spiega anche il motivo dell’approccio metodologico scelto dalla Camera di Commercio per esporre il suo annuale rapporto sullo stato del sistema produttivo di Terra di Lavoro.