In calce all’articolo l’ordinanza di diffida

31 Marzo 2018 - 00:00

AVERSA – Pugno duro del sindaco contro il Vescovo Spinillo, ordinanza immediata in caso contrario soldi decurtati dai fitti. L’amministrazione De Cristofaro è in lotta con la Diocesi di Aversa, in merito alla annosa vicenda della pericolosità dell’edificioche ospita l’istituto scolastico S.Agostino.

Nei mesi scorsi, le intemperie avevano causato grossi danni strutturali al plesso scolastico, con infiltrazioni e caduta di calcinacci nelle aule, tanto che a gennaio di quest’anno è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco, che dopo i sopralluoghi, hanno verbalizzato lo status di inagibilità dell’edificio e l’interdizione ad accedervi.

Per questo era nata una diatriba tra l’Ente, la dirigenza dell’istituto e la Diocesi, che in qualità di proprietaria dell’immobile, che percepisce dal Comune i fitti, aveva il compito di mettere in sicurezza l’edificio e provvedere ai lavori di ripristino della struttura, cosa che ad oggi non è stata fatta.

Questa

situazione ha creato molti disagi ai piccoli studenti, ai genitori e agli insegnanti. Per cui è stato necessario da parte dell’amministrazione comunale agire duramente, ordinando ad horas, di eseguire i lavori necessari: “Il
Comune ordina alla Diocesi di Aversa nella persona del Vescovo Spinillo, l’esecuzione dei lavori necessari all’eliminazione di ogni pericolo per la pubblica e privata incolumità presso il fabbricato in Aversa alla via San Nicola 48-scuola elementare statale istituto Sant’Agostino, in mancanza questa amministrazione provvederà in danno con recupero delle somme dal canone di locazione. Per la quantificazione dei lavori necessari saranno i prezzi desunti dal tariffario della Regione Camapnia, corrente. Detti lavori dovranno essere diretti da professionista abilitato, il cui nominativo dovrà essere comunicato a questi uffici. Lo stesso produrrà a fine lavori certificazione di collaudo e di eliminato pericolo, dichiarando contestualmente l’agibilità dell’edificio all’uso cui è destinato. Per l’esecuzione dei lavori dovrà essere nominata impresa fornita di regolare D.U.R.C. e dovranno essere adottati tutti gli accorgimenti occorrenti per il rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro
”.

La polizia municipale è stata incaricata di verificare che quanto ordinato sia rispettato. 

 

Lidia de Angelis

 

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ORDINANZA: visualizza file