Ad Script

CAMORRA 2.0 Stangata del pm per Vincenzo Ucciero. Ecco quanti anni di carcere ha chiesto

30 Novembre 2023 - 19:04

E’ stato l’unico degli arrestati per la ricostituzione di un gruppo criminale a optare per il rito ordinario. Con suo figlio Antonio stava riorganizzando il clan

VILLA LITERNO – Nell’estate del 2021 la DDa di Napoli chiese e ottenne da un gip del tribunale partenopeo, l’arresto, tra gli altri, di Vincenzo Ucciero, fratello di quel Massimo Ucciero che all’inizio del millennio era stato l’uomo di punta della fazione Tavoletta , nella guerra contro i Bidognetti .

Con Vincenzo Ucciero finì in carcere anche suo figlio Antonio. L’accusa, quella di voler ricostruire un’attività strutturata di tipo camorristico, fondata sulle estorsioni sulla piazza di Villa Literno.

Antonio Ucciero, insieme ad altri indagati, chiese e ottenne il rito abbreviato, mentre Vincenzo Ucciero, sorprendentemente, visto che con il rito abbreviato si può aspirare ad uno sconto di pensa, fu l’unico ad accedere al rito ordinario, che si sta svolgendo, da qualche tempo, in un’aula del tribunale di Aversa-Napoli Nord. Ieri mattina, il pubblico ministero della Dda, a conclusione della sua requisitoria, ha chiesto la condanna a 18 anni di reclusione per Ucciero, difeso dall’avvocato Antonio Abet. In aula, anche le parti civili, tra cui quella costituita dall’imprenditore nel settore dei rifiuti, Francesco Oliviero, sottoposto ad attività estorsione a fare la parte di Vincenzo e Antonio Ucciero.

Francesco Oliviero è rappresentato dall’avvocato Mario Griffo. La sentenza è prevista per le. prossime settimane