Ad Script

CASERTA. Il comune è “cosa loro”. Franco Biondi si “autoliquida” 15 mila euro a favore di un noto penalista casertano che l’ha difeso

30 Agosto 2018 - 18:27

CASERTA (g.g.) – Chissà quant’è costato fino ad oggi l’ingegner Francesco Biondi al cittadino-contribuente casertano. Quant’è costato come stipendio d’oro, a cinque zeri, quant’è costato per le scelte tecniche professionali fatte il più delle volte a favore di interessi particolari e mai della collettività.

Giusto per non farsi mancare nulla, ma questo è un diritto dei dirigenti e dei dipendenti comunali, ecco la determina con cui lo stesso Biondi, che la firma, manco la creanza di patto di opportunità da rispettare, chiude la procedura per un rimborso di 15 mila euro, dato al comune dalla compagnia assicurativa Generali, in base a una plizza per il rischio sottoscritto.

Una cifra tutt’altro che disprezzabile finita nelle tasche del noto avvocato penalista, Italo Madonna, difensore di Franco Biondi in uno dei tanti processi penali in cui è coinvolto.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA A FIRMA DELL’INGEGNERE BIONDI