CASERTA. Il “volontariato” alla Piero Cappello. Carlo Marino e Franco Biondi gli danno un altro incarico da 6 mila euro

20 Gennaio 2022 - 17:54

Si tratta del servizio di collaudo del nuovo parchetto che sorgerà sulla vecchia piazzetta Padre Pio. Qualche giorno fa, l’ingegnere matesino aveva definito il suo lavoro come “volontariato”, ma per ora, accertati da CasertaCe siamo a oltre 12 mila euro in un anno

CASERTA (l.v.r.) – Verso gli ultimi giorni del 2021 l’ingegnere Piero Cappello possiamo dire che non aveva reagito benissimo ad un articolo – non il primo e non l’ultimo – che Casertace aveva dedicato ad una serie di incarichi che l’ingegnere di Piedimonte Matese sta ricevendo dal comune di Caserta guidato dal sindaco Carlo Marino.

Non è che si stia parlando di cifre a cinque zeri, di somme da capogiro. Una volta due mila euro, una volta 4 mila, ma provenienti sempre dall’ufficio tecnico e sempre allo stesso professionista, uomo di copertina del Partito Democratico a Caserta e provincia per diversi anni. Inoltre, sottolineavamo anche il fatto che lo stesso Cappello sia l’amministratore di uno dei gruppi Facebook più attivi durante la campagna elettorale per le elezioni amministrative a sostegno del sindaco uscente e vinte proprio da Carlo Marino. La community si chiama “Carlo Marino sindaco bis” e chiaramente il problema relativo a ciò è che la gestione di uno strumento propagandistico sui social era delle mani di chi riceveva affidamenti dall’amministrazione guidata dallo stesso soggetto a cui è dedicato il gruppo Facebook.

Come dicevamo all’inizio, non l’aveva presa benissimo e riferendosi al direttore Gianluigi Guarino, lo definiva “quel signore” e lo additava di “cattiveria”, dichiarando che lui, a Caserta, lavora per “volontariato”.

Ora non sappiamo bene quale sia il concetto di volontariato per l’ingegnere Cappello, ma nella definizione della Zanichelli il termine designa in generale la prestazione di un servizio volontario, ossia non obbligatorio e quasi sempre gratuito.

E se, come dice lo stesso Cappello, lui a Caserta “fa volontariato” allora sorprende l’affidamento che l’ingegnere Franco Biondi, dirigente dell’ufficio dei Lavori Pubblici, gli conferisce. Si tratta di 6 mila e cinquecento euro, che con l’iva al 22% arrivano a 8.248 euro, finiti dalle casse pubbliche al conto corrente di Cappello, precisamente dalle risorse legate al fondo di sviluppo regionale europeo, per il servizio tecnico di collaudo dei lavori di riqualificazione della villetta Padre Pio.

I lavori della nuova villetta Padre Pio sono stati affidati da un raggruppamento di imprese provenienti da Casal Di Principe, a F.C. Group, con sede in via Segni, col suo titolare Luigi Russo, e la Società cooperativa La Cattolica, anch’essa localizzata in quel di Casal di Principe, in via Catania, appalto dal valore finale di 1 milione e 200 mila euro.

Non il primo e non l’ultimo incarico per Cappello, come detto, che racimola in questo ultimo anno dal comune di Caserta una cifra superiore ai 12 mila euro, secondo quanto abbiamo visto finora noi di CasertaCe. Ora chissà se l’ingegnere matesino accetterà le critiche a questo elenco di affidamenti diretti dell’amministrazione di Caserta che lui ha attivamente supportato e che è legata alla sua stessa area politica o continuerà a parlare di volontariato e a tacciare questo giornale di cattiveria.

LEGGI L’INCARICO AFFIDATO DAL COMUNE DI CASERTA