CLAN DEI CASALESI. Clamorose accuse del pentito Natale al sindaco di GRAZZANISE Gravante: “L’ho fatto candidate e lui…”

CASAL DI PRINCIPE-GRAZZANISE – (T.P.) Il collaboratore di giustizia Benito Natale, uno dei referenti più importanti del clan dei Casalesi nell’area di Grazzanise, oggi ha reso altre importanti dichiarazioni nell’inchiesta che il 3 agosto 2017 portò all’emissione di diversi ordini di cattura per esponenti e imprenditori della zona.

Il pentito ha fatto una rivelazione choc sull’attuale sindaco di Grazzanise, Vito Gravante: “Il primo cittadino che io ho fatto candidare Gravante lo sapeva che io ero legato al clan Schiavone“. Natale si è poi soffermato nuovamente sulla sua carriera criminale.

Sono stati chiariti i ruoli degli imputati, in particolare dei fratelli Orsi, che avrebbero chiesto a lui (a Benito Natale, n.d.r.) di sponsorizzare una attività di nolo a freddo dei mezzi in cui sarebbe stato socio, con l’avallo di Nicola Schiavone.

Natale è difeso dall’avvocato Giuseppe Tessitore, mentre Sergio Orsi è assistito dall’avvocato Carlo De Stavola.