Guida pizzerie del Gambero Rosso. Pepe in Grani riceve 6 spicchi

CAIAZZO – Anche nel 2018 il genio visionario e pionieristico di Franco Pepe viene premiato dalla Guida Pizzerie d’Italia firmata dal Gambero Rosso. Come già successo nella passata edizione, Pepe in Grani e La Filiale – la struttura aperta all’interno de L’Albereta a Erbusco (BS) – riconfermano i 3 spicchi, rispettivamente per la pizza napoletana (96 punti) e quella italiana (95 punti).

Riconoscimenti che suggellano un anno di nuove soddisfazioni per il maestro caiatino e i progetti che, con passione e lungimiranza, porta avanti: a luglio, per il secondo anno consecutivo, Pepe in Grani è stata nominata migliore pizzeria d’Italia (e del mondo) dalla guida online 50 Top Pizza. Un premio che, in una realtà così vivace e dinamica come quella odierna della pizza, testimonia l’assoluta qualità espressa dalle creazioni di Franco Pepe, sempre più capace di trasformare un disco di pasta in un piatto di alta cucina.

Proprio a questo proposito, lo stesso Franco Pepe ha più volte sottolineato quanto la collaborazione con i grandi chef, la condivisione di saperi e competenze, di passione e visione, gli abbia permesso di crescere come artigiano e, soprattutto, di modificare la percezione che oggi si ha della pizza.

Merito di un lavoro congiunto e concertato non solo con le grandi firme dell’alta cucina, ma anche con agronomi e nutrizionisti, che hanno affiancato il maestro pizzaiolo in un percorso di educazione alla conoscenza e “scoperta” delle diverse proprietà della pizza, attraverso l’impiego di grani antichi e di farine non più utilizzate ma dall’altissima digeribilità e la creazione di un menù funzionale che dimostra quanto la pizza non vada più considerata uno strappo alla regola, ma un pasto completo che apporta benefici alla salute, grazie ai macronutrienti  presenti nelle ricette.

In ultimo, per far vivere un’esperienza ancora più immersiva nel mondo della pizza come piatto gourmet, la presenza all’interno di Pepe in Grani di Authentica, la pizzeria più piccola del mondo (solo 8 coperti), permette di entrare a contatto diretto con Franco Pepe (e gli chef che, di mese in mese, arrivano come guest stars nella saletta) e di capirne meglio la filosofia e l’approccio.

Un percorso di crescita e di maturazione che interessa anche La Filiale, che nel 2017 aveva ricevuto i 3 spicchi a solo sei mesi dalla sua apertura, la cui riconferma della Guida arriva al culmine di un periodo ricco di novità. L’eccellenza delle pizze di Franco Pepe, la capacità dimostrata dalla brigata operativa nel piccolo gioiello incastonato tra le colline della Franciacorta e il numero sempre più crescente di richieste di prenotazione ha portato alla decisione di un ampliamento de La Filiale, che ora disporrà di un numero maggiore di coperti (80), con un giardino d’inverno che permette, in tutte le stagioni, di godere della bellezza del contesto e della bontà delle proposte in carta.

 

Ho detto no a tante proposte di apertura di pizzerie al di fuori di Caiazzo” dice Franco Pepe “perché sono contrario alla logica delle grandi piazze, delle masse da accontentare a tutti i costi. Preferisco concentrarmi su realtà più raccolte, intime, dove vivere la pizza come vera e pura emozione, dove comprenderne le specificità e le ricchezze. Per questo sono felice che due realtà fuori dagli schemi e dai classici circuiti come Pepe in Grani e La Filiale siano presenti anche quest’anno nella Guida, perché questo testimonia quanto i progetti, come a Ginevra e ad Hong Kong con Kytaly su cui stiamo investendo siano apprezzati e compresi. Continueremo in questo solco, perché cambiare una tradizione apparentemente immutabile come quella della pizza, si può!”