RIFIUTI IN CAMPANIA. Scoperti 4 siti di sversamento illegale tra CASERTA e Napoli

13 Luglio 2018 - 11:15

Vasta operazione di controllo del territorio, condotta dall’esercito italiano e dei comandi delle polizie locali, nei comuni di Napoli, Giugliano in Campania, Nola, Afragola, Marcianise, Maddaloni, Mondragone e Castel Volturno.

I 73 uomini che hanno partecipato all’operazione, frutto dell’attuazione del piano coordinato e continuativo di controllo del territorio, predisposto dalla Sezione Operativa della Cabina di Regia, presieduta dall’incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio, hanno controllato 8 attivita’ imprenditoriali e commerciali, operanti nel settore edilizio, delle autoriparazioni, tessile e del riciclaggio dei rifiuti sequestrandone, al termine dei controlli, ben 5 per violazione della normativa ambientale e per mancanza delle previste autorizzazioni amministrative.

Tra

le aziende “chiuse” anche un’autorimessa ed una ditta tessile per illecita attivita’ di smaltimento e gestione dei rifiuti anche pericolosi, nonche’ una ditta operante nel settore del riciclaggio dei rifiuti che svolgeva una attivita’ diversa da quella autorizzata.

Sono stati individuati, inoltre, 4 nuovi siti di sversamento di rifiuti solidi urbani, eternit, elettrodomestici, materiale edile e pneumatici usati. Sono state controllate 18 persone di cui 5 denunciate all’autorita’ giudiziaria. Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per oltre 9.000 euro. Ulteriori sanzioni sono in via di definizione da parte delle Autorita’ competenti.