Ad Script

Sarà processato Pierluigi Casale, il comandante dei vigili urbani accusato di aver dato fuoco all’auto della ex

3 Ottobre 2023 - 13:38

CELLOLE – Atti persecutori, danneggiamento seguito da incendio e accesso abusivo a sistemi informatici.

Per questi reati la procura di Perugia, guidata dal procuratore Raffaele Cantone, ex capo dell’Anac e per anni in prima linea nelle inchieste di camorra, ha chiesto il rito immediato nei confronti di Pierluigi Casale, comandante della polizia locale di Cellole e dirigente municipale, accusato di aver incendiato l’auto della sua ex fidanzata e provocando danni anche a vetture vicine a quella della sua vittima.

Nello scorso mese di aprile, poi, ad un mese circa dal rogo, i carabinieri di Perugia e della Compagnia di Sessa Aurunca hanno notificato un divieto di avvicinamento alla ex compagna ai danni del 46enne.

La donna, anche lei in servizio alla Polizia locale, ha denunciato di aver subito un atteggiamento di gelosia ossessiva da parte di Casale, che avrebbe iniziato a controllarla dopo il trasferimento della donna nella provincia di Perugia.

Casale avrebbe tentato di impossessarsi di tutte le credenziali, password e pin personali della donna per accedere ai suoi profili social e avrebbe continuato a perseguirla nonostante la fine della loro relazione, diffamandola e minacciandola di ritorsioni in caso di diniego.