I prati aridi della REGGIA di CASERTA “rinverditi” dal fotoritocco. ECCO le immagini

2 Luglio 2021 - 16:17

La Peschiera Grande dopo il disboscamento…

Caserta (pasman) – Si adatta perfettamente alla reggia di Caserta l’antico adagio che l’ottimo è nemico del bene. Dove l’ottimo sta nelle tante rappresentazioni del monumento vanvitelliano forsennatamente sopra le righe. In cui si cerca in tutti i modi l’edulcorazione e l’enfasi fuori luogo, spinti a celare la realtà talvolta deteriore, che, com’è noto, ha la testa dura e non si lasci manipolare.

Che ciò si faccia per interessi di bottega, quelli che ruotano attorno al comparto del turismo o per esaltazione campanilistica, poco importa.

E laddove il bene mancato è la tutela del museo, distolta per tale via dalla sua giusta direzione. Se gli ambiti in cui essa dovrebbe essere rivolta vengono falsamente rappresentati e se ne raccontano pregi e meraviglie diversamente dal vero, si rende un pessimo servizio.

Queste ovvie considerazioni ci sono venute notando la miriade di siti e di post che, online, esaltano Palazzo Reale, presentandolo in vesti che spesso non ha. In molti casi esprimono al più un’aspirazione, che non ha riscontro nella situazione effettiva.

Si può pensare diversamente guardando le foto che proponiamo, le quali mostrano, dallo stesso punto di osservazione, i prati verdi del parco quali saranno stati (perché, si sa, i programmi di fotoritocco fanno miracoli) e quelli rinsecchiti di oggi?

Intanto, dopo il nostro articolo sulla peschiera grande e sul disboscamento del verde circostante (LEGGILO QUI), ci sono arrivati altri scatti del posto. Ne pubblichiamo uno che rende molto bene la situazione, ci pare.

Nonostante l’indifferenza che si coglie in giro su questa specifica vicenda, anche da parte delle associazioni culturali del territorio, in una città in realtà molto querula, si dovrebbe discuterne e come. Ma la subordinazione tipicamente provinciale ed in nome delle buone relazioni che fanno sempre comodo, verso il direttore di turno, sia esso Felicori (quello che voleva trasformare la peschiera grande in un parco acquatico, ricordate?) o la Maffei, poco importa, è un tratto tipicamente locale, che zittisce tutti.

Uno scorcio del parco reale tratto da un sito online…e, nelle foto a seguire, la vera realtà…